Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

In treno da Milano a Laveno Mombello e poi in battello fino all'eremo di Santa Caterina del Sasso che, abbarbicato su uno strapiombo di parete rocciosa, è uno tra gli scenari più suggestivi del Lago Maggiore. Il tutto con il biglietto unico integrato, che entra in vigore proprio oggi. "Questo itinerario dimostra che, per conoscere i luoghi più belli della Lombardia, non è necessario sobbarcarsi lunghe code in auto che rovinano il piacere di una gita e danneggiano il portafoglio e l'ambiente" ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, presentando la novità per il turismo lombardo, che nasce da un accordo sottoscritto da Regione Lombardia attraverso Trenord, Provincia di Varese e la Navigazione Lago Maggiore".  Questi i prezzi, andata e ritorno: adulti individuali: 13,50 euro; ragazzi (4-14 anni non compiuti): 9 euro. Il viaggio è gratuito per i bambini con meno di 4 anni. La tariffa unica integrata è valida  fino al 16 settembre nelle giornate di sabato e festivi e  consentirà di effettuare il viaggio nella sola giornata corrispondente alla data della convalida.

Regione Lombardia ha recentemente definito un nuovo piano d’intervento per la Valtellina. Il servizio è di Maria Chiara Grandis
(AUDIO)

la Giunta regionale ha approvato l'avvio del confronto con il territorio sul nuovo Programma energetico ambientale regionale (Pear). Il Pear, una volta approvato, avrà validità per cinque anni e potrà essere aggiornato con frequenza annuale. Come atto di programmazione strategica si inserisce nel nuovo assetto programmatico europeo e nazionale. Regione Lombardia, attraverso questo strumento, definirà le modalità per far fronte agli impegni al 2020, in coerenza con gli obiettivi di sviluppo delle fonti rinnovabili individuati per le Regioni (attraverso il cosiddetto 'Decreto Burden Sharing') e con la nuova Programmazione comunitaria 2014-2020. Su spinta del Consiglio regionale, la Giunta ha recepito alcune importanti indicazioni che entreranno a pieno titolo nel nuovo programma. In particolare, è stata proposta l'attivazione di un Fondo Esco, volto a promuovere l'attività di quelle società di servizio (Esco, Energy service company) che si fanno carico degli investimenti necessari a garantire alti tassi di risparmio energetico e che traggono da questo risparmio il ritorno dell'investimento effettuato.

"Con gli ultimi 500.000 euro appena assegnati ammontano a oltre 1 milione e 100.000 euro i fondi regionali messi a disposizione da Regione Lombardia per la messa in sicurezza del Comune di Brienno, in provincia di Como" spiega così, con evidente soddisfazione, Daniele Belotti, assessore al Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia, la delibera approvata dalla Giunta regionale su sua proposta, sull'assegnazione delle economie maturate ad alcuni interventi di difesa dal rischio idrogeologico, tra i quali quello di Brienno. I fondi sono stati assegnati nell'ambito di una delibera, che definisce un programma di interventi finanziati con le economie maturate sui fondi assegnati a Regione Lombardia a seguito degli eventi alluvionali di novembre 2000 e del maggio e novembre 2002.

In arrivo dalla Regione Lombardia 3 milioni di euro per gli agricoltori di montagna. Risorse che finanzieranno i progetti che le aziende agricole hanno presentato alle Comunità montane: si va dagli interventi sui fabbricati rurali, all'acquisto di macchine agricole, di impianti e attrezzature utili a migliorare l'efficienza aziendale. L'assessore regionale all'Agricoltura Giulio De Capitani sottolinea come "siano fondi attesi e importanti per dare corso agli investimenti e ai progetti di sviluppo delle imprese agricole che operano in zone svantaggiate". "Si tratta inoltre – ha proseguito l'assessore - di fondi interamente regionali e resi disponibili grazie all'assestamento di bilancio, approvato a luglio".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.