Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Giuntaregionale, su proposta dell'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Giulio Boscagli, ha deciso di stanziare 50.000 euro per realizzare interventi urgenti nelle carceri della Lombardia, per migliorarne la situazione ambientale e logistica. I fondi saranno gestiti dall'Asl Milano 2, che ha maturato una esperienza specifica in questo campo. Secondo i dati raccolti proprio dalla Commissione speciale del Consiglio regionale, al 31 maggio 2012 le persone detenute nei 19 istituti penitenziari lombardi erano 9.509 a fronte di una capienza regolamentare di 5.384. 'E' facile capire – osserva l’assessore Boscagli - in quali condizioni di disagio vivano le persone detenute e il personale penitenziario (in particolare gli agenti di polizia penitenziaria) a causa del sovraffollamento. E' un tema che va affrontato con urgenza'. 'Regione Lombardia - sottolinea l'assessore - ha fatto e fa la propria parte anche con vari progetti per favorire il reinserimento lavorativo e sociale delle persone sottoposte a provvedimenti dell'Autorità giudiziaria. E' necessario però che le condizioni di vita all'interno delle carceri migliorino. Faccio appello al Governo, perché intervenga quanto prima'.

Regione Lombardia farà la sua parte perchè il Palayamamay di Busto Arsizio, parzialmente scoperchiato dal nubifragio abbattutosi sul varesotto lunedì scorso, possa tornare agibile al più presto. Ad annunciarlo l'assessore regionale allo Sport, Luciana Ruffinelli, che ha detto di essersi già attivata affinché il palazzetto, che ospita le gare casalinghe delle campionesse d'Italia in carica del volley femminile, sia inserito nell'elenco degli impianti sportivi che hanno subìto ingenti danni a causa di calamità naturali, come quelli terremotati del mantovano. Sentiamo Ruffinelli

(AUDIO)

La Giunta della Regione Lombardia ha approvato, su proposta dell'assessore al Commercio, Turismo e Servizi Margherita Peroni, lo schema di Accordo di programma e le linee esecutive di 4 progetti di eccellenza finalizzati a far crescere il turismo in Lombardia, valorizzando i nostri patrimoni paesaggistici, culturali e artistici. Regione Lombardia cofinanzia il progetto con quasi 812.000 euro. Lo Stato contribuisce con oltre 7.300.000 euro. Il primo progetto si chiama Progetto PIVOT (Piattaforma di valorizzazione dell'offerta turistica) - L'obiettivo è mettere a sistema le risorse e gli operatori turistici regionali, per formulare sistemi di offerta in linea con le nuove tendenze della domanda. Un secondo progetto riguarda la montagna e il turismo attivo; quindi un terzo le acque di Lombardia, fiumi, laghi e navigli; ed infine, il quarto riguarda i siti Unesco in regione, i percorsi di Leonardo e le eccellenze turistico-culturali.

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Energia e Reti, Marcello Raimondi, ha approvato l'avvio del confronto con il territorio sul nuovo Programma Energetico Ambientale Regionale. A partire dal prossimo ottobre saranno promossi in tutta la Regione incontri con enti locali, imprese, cittadini e operatori del settore energetico. Ambiziosi gli obiettivi del nuovo piano: ridurre i consumi e il costo dell'energia, valorizzare le risorse rinnovabili e incrementare la sicurezza del sistema energetico. Sentiamo l'assessore Raimondi

(AUDIO)

Energia pulita ottenuta sfruttando i rifiuti degli allevamenti e dei caseifici, che producono due dei formaggi più prestigiosi d'Italia: il Grana padano e il Parmigiano reggiano. Partirà nel Comune di Borgoforte, in provincia di Mantova, un progetto innovativo promosso dall'Assessorato all'Ambiente, Energia e Reti di Regione Lombardia. Entro i primi 6 mesi del 2013 sarà attivo un impianto che produrrà energia sfruttando fonti rinnovabili quali i liquami e i rifiuti prodotti dal comparto zootecnico. La firma dell'Atto integrativo all'Accordo di programma è stata formalizzata in Regione Lombardia alla presenza dell'Assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi. A Borgoforte sorgerà un'innovativa centrale di generazione elettrica alimentata con biogas prodotto dalla fermentazione di reflui zootecnici, sottoprodotti agricoli e biomasse vegetali, associata a un impianto per il conferimento dei reflui zootecnici. L'impianto verrà anche alimentato con melasso (sottoprodotto della lavorazione della barbabietola) proveniente dallo zuccherificio di San Quirico nel Comune di Trecasali (Pr) a 60 chilometri dall'impianto. I reflui zootecnici arriveranno da circa 15 aziende situate nel raggio di alcuni chilometri dalla sede dell'impianto.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.