Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore al Commercio, Turismo e Servizi Margherita Peroni, ha approvato lo schema di Accordo di programma e le linee esecutive di 4 progetti di eccellenza per far crescere il turismo in regione, valorizzando il patrimonio paesaggistico, culturale e artistico. Il servizio di Alberto Rizzardi:

(AUDIO)

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Giulio Boscagli, ha deciso di stanziare 50.000 euro per realizzare interventi urgenti nelle carceri della Lombardia, per migliorarne la situazione ambientale e logistica. I fondi saranno gestiti dall'Asl Milano 2, che ha maturato una esperienza specifica in questo campo. "Abbiamo raccolto l'invito della Commissione speciale sul sistema carcerario del Consiglio regionale - spiega Boscagli -, che ha constatato le difficili e a volte drammatiche condizioni in cui vivono sia i detenuti sia il personale penitenziario in Lombardia. Con questo stanziamento vogliamo contribuire, almeno in parte, a migliorare una situazione di vera e propria emergenza". Secondo i dati raccolti proprio dalla Commissione speciale del Consiglio regionale, al 31 maggio 2012 le persone detenute nei 19 istituti penitenziari lombardi erano 9.509 a fronte di una capienza regolamentare di 5.384.

L'assessore allo Sport e Giovani della Regione Lombardia Luciana Ruffinelli interviene a proposito delle necessità espresse dalla Compagnia Arcieri Monica e dalla Virtus di Gallarate in merito alle loro strutture sportive. "L'assessorato allo Sport di Regione Lombardia – spiega Ruffinelli - sta predisponendo il bando dedicato all'impiantistica sportiva, a beneficio degli interventi da effettuare nel 2013 sulle strutture sportive del nostro territorio. L'impegno vuole venire incontro alle necessità di tutto il mondo sportivo lombardo, a partire dal movimento di base sino a quello professionistico, con la piena consapevolezza dell'importanza rivestita dalle risorse messe a disposizione del nostro bando in questo momento di difficile congiuntura economica, soprattutto per quelle discipline con minor risonanza mediatica". "Sono certa che sapremo offrire opportunità concrete – assicura l'assessore regionale - anche alla Compagnia Arcieri Monica e alla Virtus di Gallarate che chiedono di poter concretizzare i loro progetti".

"Il futuro del Centro Sperimentale di Cinematografia  e delle sue sedi periferiche a Milano è certo in quanto  il parlamento, in fase di conversione del decreto, ha stralciato la parte che riguardava il Csc, lasciando tutto invariato". E' quanto afferma Massimo Zanello, sottosegretario al Cinema di Regione Lombardia, dopo le  recenti notizie di stampa sul Centro Sperimentale del Cinema di Milano. "La notizia  -  prosegue il sottosegretario - è di oltre dieci giorni fa e  mai il Centro di Sperimentazione era stato accorpato all'istituto Luce ma al Ministero, mentre era stata la cineteca nazionale ad essere accorpata all'istituto Luce. Non si è mai parlato, poi, per quanto riguarda il taglio della spesa, della chiusura della Manifattura Tabacchi". "La commissione consiliare - ha aggiunto il sottosegretario regionale - ha nel recente sopralluogo alla Manifattura Tabacchi constatato il buon lavoro che stanno svolgendo il Centro Sperimentale Cinematografico il museo interattivo del cinema e Cineteca Italiana e visionato il cantiere che accoglierà i corsi di cinema della Fondazione Milano". "Come sempre - appunta l'amministratore regionale - denigrare il lavoro degli altri con informazioni imprecise sembra essere la politica più facile dell'opposizione".

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.
tyle="font-family: Arial; font-weight: bold;">quanto  il parlamento, in fase di conversione del decreto, ha stralciato la parte che riguardava il Csc, lasciando tutto invariato". E' quanto afferma Massimo Zanello, sottosegretario al Cinema di Regione Lombardia, dopo le  recenti notizie di stampa sul Centro Sperimentale del Cinema di Milano. "La notizia  -  prosegue il sottosegretario - è di oltre dieci giorni fa e  mai il Centro di Sperimentazione era stato accorpato all'istituto Luce ma al Ministero, mentre era stata la cineteca nazionale ad essere accorpata all'istituto Luce. Non si è mai parlato, poi, per quanto riguarda il taglio della spesa, della chiusura della Manifattura Tabacchi". "La commissione consiliare - ha aggiunto il sottosegretario regionale - ha nel recente sopralluogo alla Manifattura Tabacchi constatato il buon lavoro che stanno svolgendo il Centro Sperimentale Cinematografico il museo interattivo del cinema e Cineteca Italiana e visionato il cantiere che accoglierà i corsi di cinema della Fondazione Milano". "Come sempre - appunta l'amministratore regionale - denigrare il lavoro degli altri con informazioni imprecise sembra essere la politica più facile dell'opposizione".

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.