Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Sarà l’assessore regionale allo Sport e Giovani, Luciana Ruffinelli, ad aprire ufficialmente la nuova stagione agonistica delle pallavoliste della 'Unendo Yamamay'. L’assessore interverrà domani, sabato 25 agosto alla prima seduta tecnica di allenamento che avrà inizio alle ore 16.45. Le 'farfalle', allenate da mister Carlo Parisi, sono attese da una stagione che le vedrà impegnate in Italia a difendere il titolo di campionesse in carica e, in Europa ad affrontare l'attesissima Champions League. La seduta di allenamento, a causa dell'inagibilità del PalaYamamay, il 'loro' palazzetto scoperchiato dalla tromba d'aria del 6 agosto, si svolgerà, a porte aperte, nella palestra della scuola Pascoli a Busto Arsizio.

Anche Regione Lombardia parteciperà alla rassegna StraMipam, nata dalla fusione tra la Strada dei Sapori delle Valli Varesine e la storica Mipam, in programma a Laveno di Mombello,sulle rive del lago Maggiore, dal 31 agosto al 2 settembre. Il servizio di Alberto Rizzardi
(AUDIO)

Regione Lombardia ha deciso di stanziare oltre 2,5 milioni di euro a favore della cultura. Ne beneficeranno il Teatro alla Scala (1.558.480 euro), il Piccolo Teatro (851.301 euro) e I Pomeriggi Musicali (140.000 euro). La cifra, resa disponibile con l'assestamento di bilancio, va a completare la quota annuale di finanziamento che la stessa Regione Lombardia destina alle Fondazioni dello spettacolo di cui è socio fondatore. A maggio, infatti, era già stata stanziata una prima tranche per il 2012 di 2,2 milioni di euro (1.350.000 euro per il Teatro alla Scala, 700.000 euro per il Piccolo Teatro, 150.000 euro per I Pomeriggi Musicali), il che porta la cifra complessiva a oltre 4,7 milioni.  

Su proposta dell'assessore della Regione Lombardia ai Sistemi verdi e Paesaggio Alessandro Colucci, la Giunta ha approvato le modalità per l'assegnazione di contributi per lo svolgimento delle attività dell'Osservatorio regionale per la biodiversità. 'L'Osservatorio – ha ricordato l'assessore Colucci - è stato istituto a dicembre e si inserisce in una rete coordinata dal Ministero dell'Ambiente chiamata a riferire, in termini di dati, periodicamente alla Commissione europea. Anche per questo motivo, obiettivo principale dell'Osservatorio è dare attuazione concreta alla tutela della biodiversità con il coinvolgimento delle realtà locali'. Nell'Osservatorio sono coinvolti, oltre alla Direzione generale regionale Sistemi verdi e Paesaggio, quella dell'Agricoltura, ma anche enti del sistema regionale come Ersaf (Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste), Fla (Fondo Lombardia per l'ambiente) e i Parchi.

Energia pulita ottenuta sfruttando i rifiuti degli allevamenti e dei caseifici, che producono due dei formaggi più prestigiosi d'Italia: il Grana padano e il Parmigiano reggiano. Partirà nel Comune di Borgoforte, in provincia di Mantova, un progetto innovativo promosso dall'Assessorato all'Ambiente, Energia e Reti di Regione Lombardia. Entro i primi 6 mesi del 2013 sarà attivo un impianto che produrrà energia sfruttando fonti rinnovabili quali i liquami e i rifiuti prodotti dal comparto zootecnico. La firma dell'Atto integrativo all'Accordo di programma è stata formalizzata in Regione Lombardia alla presenza dell'Assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, dall'assessore all'Agricoltura della Provincia di Mantova Maurizio Castelli e dal sindaco di Borgoforte Giancarlo Froni. Il nuovo impianto prevede un investimento di Regione Lombardia di oltre 3 milioni di euro e una produzione di energia elettrica pari a circa 7.800.000 kWh annui, che verranno immessi nella rete di trasmissione nazionale.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.
onale per i servizi all'agricoltura e alle foreste), Fla (Fondo Lombardia per l'ambiente) e i Parchi.

Energia pulita ottenuta sfruttando i rifiuti degli allevamenti e dei caseifici, che producono due dei formaggi più prestigiosi d'Italia: il Grana padano e il Parmigiano reggiano. Partirà nel Comune di Borgoforte, in provincia di Mantova, un progetto innovativo promosso dall'Assessorato all'Ambiente, Energia e Reti di Regione Lombardia. Entro i primi 6 mesi del 2013 sarà attivo un impianto che produrrà energia sfruttando fonti rinnovabili quali i liquami e i rifiuti prodotti dal comparto zootecnico. La firma dell'Atto integrativo all'Accordo di programma è stata formalizzata in Regione Lombardia alla presenza dell'Assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, dall'assessore all'Agricoltura della Provincia di Mantova Maurizio Castelli e dal sindaco di Borgoforte Giancarlo Froni. Il nuovo impianto prevede un investimento di Regione Lombardia di oltre 3 milioni di euro e una produzione di energia elettrica pari a circa 7.800.000 kWh annui, che verranno immessi nella rete di trasmissione nazionale.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.