Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, incontra nel pomeriggio a Milano, i presidente delle province lombarde. Tema del confronto, la parte del decreto Salva Italia che riguarda proprio le province. In previsione dell’incontro, Formigoni ha diramato una nota in cui si legge, fra l’altro che 'l'intervento effettuato sull'ordinamento delle Province dall'art. 23 della legge 214  risente di un'impostazione frettolosa e scoordinata, che non considera l'entità e la complessità delle funzioni che, in particolare, Regione Lombardia ha conferito alle Province a partire dalla cosiddetta 'riforma Bassanini'. D'altra parte –scrive ancora Formigoni- pare evidente come non possa essere affrontata con lo stesso strumento normativo la situazione in Regione Lombardia e in altre Regioni con minor peso economico, territoriale, demografico'.

L'assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Stefano Maullu ha incontrato le rappresentanze sindacali di categoria, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, per discutere del recente provvedimento governativo sulla liberalizzazione degli orari.  Le parti hanno comunemente rilevato che le liberalizzazioni nel settore erano già in corso e che era stato trovato un punto di equilibrio interessante in Lombardia sulla base della esperienza dei Distretti del Commercio, strumenti da utilizzare e valorizzare maggiormente anche in questa situazione. Così l’assessore Maullu

(AUDIO)

I valori di cloroformio riscontrati nella falda della bassa bergamasca non mettono a rischio la potabilità dell'acqua. L'attenzione rimane comunque alta e, a breve, verrà convocata in Regione una nuova riunione del Tavolo tecnico che si sta occupando dell'inquinamento riscontrato in alcuni Comuni. Lo fa sapere l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, rispondendo ai sindaci dei Comuni di Verdellino, Ciserano, Arcene, Treviglio e Castel Rozzone, che hanno chiesto un confronto sui risultati dei nuovi rilevamenti dell'Arpa.

Si chiama “Vero” il nuovo acceleratore lineare per la cura dei tumori, unico del genere in Italia, inaugurato ieri all’ospedale di Como dall'assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani. Il servizio è di Marco Gatti

(AUDIO)

Il passaggio a livello di via Baracca a Venegono Superiore ha indossato i 'grembiuli' per disincentivare l'attraversamento scorretto della ferrovia, diventando così ancora più sicuro. E' questo il risultato di un accordo sottoscritto ieri, alla presenza dell'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, dal presidente di Ferrovienord Carlo Malugani e dal sindaco di Venegono Superiore Francesca Brianza. Grazie agli accordi che la Regione ha preso con Ferrovienord, è prevista l'eliminazione di 35 passaggi a livello su 138, ovvero uno su quattro.  Novità, in particolare, ci saranno sulla linea che interessa il territorio tra Saronno e Malnate: 'Saranno eliminati 6 passaggi a livello da qui al 2014 - ha spiegato l'assessore Cattaneo- 4 a Gerenzano, 1 a Tradate e 1 a Venegono Superiore'.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.