Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il presidente della regione, Roberto Formigoni, ha ricevuto i rappresentanti delle 12 province lombarde. Tema dell'incontro il decreto per l'abolizione delle Province contenuto nella manovra «Salva Italia» del governo Monti. Un provvedimento definito "frettoloso" dalle istituzioni lombarde. Perciò Regione Lombardia e le Province avanzeranno un-weight: bold;"> continua a supportare concretamente le micro, piccole e medie imprese lombarde che avviano programmi di sviluppo all'estero, allo scopo di realizzare nuovi stabilimenti produttivi o strutture operative finalizzate alla produzione di beni o all'erogazione di servizi". Lo ha detto il vice presidente e assessore all'Industria e Artigianato di Regione Lombardia Andrea Gibelli in merito all'approvazione del nuovo bando del 'Fondo di Rotazione per l'Internazionalizzazione'. "Sono molti - ha continuato Gibelli - gli aspetti innovativi e importanti del bando, tutti orientati a un'ottica di semplificazione e fruibilità delle procedure di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese lombarde. Viene infatti ampliato il target dei beneficiari, comprendendo anche le società di persone, le imprese cooperative, le imprese del settore delle costruzioni e alcune tipologie di imprese di servizi; si sostiene i progetti realizzati congiuntamente da più imprese lombarde; si semplifica la modalità di realizzazione dei progetti e si riduce l'investimento minimo da parte delle imprese". "Ulteriore dimostrazione - ha concluso il vice presidente - della volontà di Regione Lombardia di sostenere ogni impresa presente sul territorio".

"L'agricoltura di montagna dovrà godere di un occhio di riguardo maggiore rispetto a quanto avvenuto in passato nelle nuove linee di indirizzo della politica comunitaria". Intervenendo a Sondrio, al Tavolo tematico sulle opportunità comunitarie per la Lombardia e i suoi territori organizzato dalla Sede territoriale, Giulio De Capitani, assessore regionale all'Agricoltura, ha sintetizzato così l'aspettativa che la Lombardia ha rispetto ai nuovi indirizzi della Politica agricola comunitaria per il periodo 2014 - 2020. All'incontro, nel corso del quale Gianlorenzo Martini, direttore delegazione Lombardia presso la Ue, ha illustrato il lavoro di "lobbing" istituzionale svolto a  Bruxelles e nelle altre sedi comunitarie, hanno partecipato Fiorello Provera, europarlamentare, Massimo Sertori, presidente della Provincia di Sondrio, e Carlo Spreafico, consigliere regionale.

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.