Bentrovati al nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Una commissione speciale per l'adozione di un Piano d'azione per superare l'emergenza carceraria. E' stata approvata all'unanimità dall'aula del Consiglio regionale della Lombardia, regione in cui sono detenute oltre 9 mila 300 persone, oltre il 40% in attesa di giudizio. Ecco perché l'assessore all'integrazione e solidarietà sociale, Giulio Boscagli, sottolinea l'urgenza di un provvedimento nazionale per ridurre, in primo luogo, il sovraffollamento.

-    Audio -

Si è costituito ieri  il consigliere regionale lombardo ed ex assessore all'ambiente, Massimo Ponzoni. Il gip di Monza aveva emesso un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta che ha preso il via dal fallimento della società Pellicano. Ponzoni, esponente del Pdl, è accusato di concussione, corruzione e bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita è si è dimesso dalla carica di segretario della Presidenza del Consiglio regionale. Intanto le opposizioni tornano a chiedere le dimissioni del governatore Formigoni. Maria Chiara Grandis ha intervistato l'assessore alla Sicurezza della giunta Formigoni, Romano la Russa

-    Audio –

Tappa numero 44 domani, giovedì 19 gennaio, di 'Assessorato itinerante'. Destinazione la provincia di Cremona, dove il vice presidente e assessore all'Industria e all'Artigianato della Regione Lombardia Andrea Gibelli incontrerà due importanti realtà imprenditorialità del territorio. La visita si apre alla  Brusaferri - Lemi Group di Casalbuttano alle 14. L'azienda è leader nella produzione di lettini e poltrone per massaggi, trattamenti estetici e apparecchiature sanitarie, tra cui anche speciali attrezzature per la Cromoterapia. Nella seconda parte della tappa Gibelli incontrerà, invece, gli amministratori della Regi srl a Bagnolo Cremasco e successivamente altri imprenditori cremaschi del Polo Cosmesi nella sede di Reindustria.

Le Regioni del Bacino padano procedono spedite nel supportare il ministero dell'Ambiente nella redazione del Piano Aria nazionale così come deciso in occasione dell'incontro, avvenuto lo scorso 12 dicembre, fra il ministro Corrado Clini e il presidente, Roberto Formigoni. Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Valle d'Aosta, dunque, insieme alle province di Milano, Venezia e ai comuni di Milano, Venezia e Torino, hanno infatti iniziato a lavorare insieme, in un Tavolo tecnico, per studiare nuove modalità per contribuire fattivamente alla riduzione dell'inquinamento atmosferico. Iniziando, e questa è la grande novità, dalla proposta da tutti condivisa, di adottare nuovo indicatori dell'inquinamento basati sulla qualità chimico fisica e sanitaria dei composti che permettano di stimare in modo più preciso il livello di pericolosità degli inquinanti. Il secondo obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento della specificità orografica e meteoclimatica del Bacino padano. Al primo Tavolo tecnico hanno partecipato anche il direttore generale del ministero dell'Ambiente, Mariano Grillo, e il coordinatore del gruppo di lavoro nazionale per l'aria, Ivo Allegrini.

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.