Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Basta con la «logica del ricatto. Non è interesse di nessuno innescare reazioni a catena che metterebbero a rischio diverse amministrazioni del Nord. Abbiamo valutazioni diverse in sede nazionale sul governo Monti, ma in Lombardia, Veneto e Piemonte abbiamo fatto accordi elettorali davanti ai cittadini e abbiamo tutti il dovere di rispettarli». Il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, intervistato dalla Stampa, commenta così le dichiarazioni di Umberto Bossi, che ieri ha minacciato di far saltare il governatore lombardo se Berlusconi non farà cadere il governo Monti.
 La possibilità di aprire all'opposizione in Regione «è un' ipotesi che non prendo nemmeno in considerazione perchè non credo alla premessa che la Lega faccia un passo del genere», dice Formigoni. «Andremo avanti insieme con grande forza, lavorando per trovare intese già alle amministrative di primavera, almeno in alcuni posti sensibili come Monza o Como».

Un monitoraggio più preciso dei livelli di inquinanti presenti nella falda acquifera della bassa Bergamasca, grazie alla validazione, da parte di Arpa, dei controlli effettuati dalle aziende responsabili della contaminazione e al loro coordinamento con i prelievi diretti dell'Agenzia regionale. E' questa la principale decisione del Tavolo tecnico che si è riunito a Palazzo Lombardia per risolvere la situazione. Lo spiega l'assessore all'Ambiente, Marcello Raimondi

(AUDIO)

Il mantenimento della disciplina del servizio taxi in capo alle Regioni e agli Enti locali, una regolamentazione concertata del servizio, la fissazione di tariffe massime a tutela dei consumatori, l'extraterritorialità come principio condiviso e l'incremento delle licenze, in relazione a comprovate ed oggettive esigenze di mobilità, per garantire un servizio adeguato. Questi i punti principali dell'accordo sottoscritto a Palazzo Lombardia dal presidente, Roberto Formigoni, e dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, con i rappresentanti dei 26 sindacati dei tassisti lombardi che, insieme, hanno detto no all'Authority unica nazionale. Per due motivi: che la materia taxi è di competenza regionale e degli enti locali, e perché questa strada ha portato in Lombardia a risultati soddisfacenti.

In occasione della discussione che si è svolta al Senato sul decreto 'svuota carceri', nel quale è prevista anche la chiusura degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari), Regione Lombardia ha ribadito il parere contrario, già espresso martedì da tutte le Regioni, al testo del provvedimento, auspica che vengano introdotti i necessari correttivi in grado di risolvere i problemi legati sia alla tempistica troppo stringente sia ai costi, e ha ricordato come la struttura di Castiglione delle Stiviere (Mn) sia un modello all'avanguardia di cura, riabilitazione e gestione dei pazienti. 'Regione Lombardia, inoltre – ha osservato il presidente Formigoni - per prima ha inaugurato, nell'aprile 2011, una struttura all'avanguardia di 38 posti letto per le 'licenze finali esperimento' e la libertà vigilata a Castiglione delle Stiviere. Si tratta di una struttura intermedia indispensabile nel percorso di riabilitazione e messa in libertà di questi pazienti'.

Trasferta nella capitale dei florovivaisti lombardi, sabato, per Giulio De Capitani, assessore regionale all'Agricoltura, che ha partecipato, a Canneto sull'Oglio (provincia di Mantova), al convegno 'Distretto Plantaregina: vivaismo di qualità per la mitigazione ambientale'. Nel corso dell'incontro Rita Baraldi, del Cnr di Bologna, ha presentato i risultati della ricerca scientifica sull'utilizzo delle piante per l'abbattimento dell'inquinamento ambientale. Le piante più efficaci per questo fine sono: Olmi, Noci, Tigli e Frassini, utilissime per trattenere PM10. Le specie che assorbono una tonnellata di anidride carbonica in una città nel corso di cinquant'anni con grandissima efficacia sono: l'Olmo, il Frassino, il Tiglio e la Robinia. Il Bagolaro è un altro arbusto che ha un'ottima capacità di mitigazione. "E' opportuno utilizzare ricerche come queste per aiutare gli Enti locali ad azzerare l'impatto ambientale. Chi usa territorio e costruisce opere è giusto che ripari all'inquinamento e questi studi sono essenziali". E' questa la riflessione dell'assessore De Capitani al termine della presentazione della ricerca del Cnr.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.