Bentrovati al nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il consiglio regionale della Lombardia ha dato il via ai lavori dell'Osservatorio sulla legalità. Il servizio di Maria Chiara Grandis

-    Audio –

Anche Regione Lombardia farà ricorso alla Corte Costituzionale contro la liberalizzazione degli orari dei negozi decisa dal governo Monti. La mozione è stata votata a larga maggioranza dal Consiglio regionale che si è riunito martedì. Unico astenuto proprio l'assessore al Commercio, Stefano Maullu. Maria Chiara Grandis lo ha intervistato

-    Audio –

Dalla Regione Lombardia oltre 21 milioni di euro per dare più valore ai prodotti agricoli e forestali. Nel dettaglio si tratta di 39 iniziative e di un cofinanziamento pubblico di 21.202.226 euro, a valere sui fondi della misura 123 del Programma di Sviluppo Rurale, per un investimento complessivo di 78 milioni. Tra i settori interessati spicca quello lattiero-caseario, a conferma di un'inversione di tendenza che, rispetto al precedente bando, ha segnato la definitiva ripresa del comparto, trainato dalle ottime performance dei formaggi Dop lombardi sui mercati, a partire dal Grana Padano. Beneficiari prioritari del bando i Distretti agricoli riconosciuti dalla Regione Lombardia e le singole aziende associate, che hanno aderito all'invito con 14 progetti, valutati tutti positivamente e coerenti con gli obiettivi dei rispettivi Piani di distretto. Tre infine i progetti che andranno a sostenere i prodotti agricoli e forestali di montagna, nelle province di Sondrio e Brescia. La graduatoria dei soggetti finanziati, approvata con il decreto della Direzione generale Agricoltura n. 197 del 18 gennaio, è consultabile sul sito di Regione Lombardia e sul Burl del 24 gennaio (serie ordinaria n.4).

Distretto di economia solidale, valorizzazione dell'entroterra dei laghi, nuove architetture per il paesaggio agricolo e sostegno all'eco-innovazione del mondo rurale. Partono ufficialmente i primi quattro progetti presentati sulla misura 421 del Programma di Sviluppo Rurale, che incentiva le strategie di sviluppo a livello locale attraverso la cooperazione tra Gruppi di Azione Locale (GAL) e soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri. Sette i gruppi di partenariato che hanno risposto al bando. I primi a entrare in azione, come capofila dei progetti, saranno i GAL Garda Valsabbia, Ogliopo terre d'acqua, Oltrepo mantovano e Oltrepo pavese. "Questi progetti di partenariato - ha commentato l'assessore regionale all'Agricoltura Giulio De Capitani - sono un concreto esempio della capacità progettuale e organizzativa dei nostri territori. I loro obiettivi, in piena sintonia con le priorità della Regione Lombardia, intercettano i temi della promozione delle produzioni agroalimentari, della filiera corta, dei mercati contadini e di una migliore fruizione del paesaggio rurale".

Rendere i giovani lombardi protagonisti dello sviluppo turistico dei loro territori attraverso la realizzazione di percorsi sostenibili. E' questo, in sintesi, lo scopo del Progetto europeo 'YET' (Youth Enterprise Tourism), approvato dall'Agenzia Nazionale Giovani e ora avviato in Lombardia grazie ad una delibera varata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sport e Giovani Monica Rizzi. Il progetto 'YET' si snoderà attraverso un percorso di educazione sulle tematiche ambientali e di promozione turistica, con 75 studenti di 3 aree della Lombardia, che parteciperanno a laboratori per riflettere in modo attivo e creativo sui temi del progetto, e con più di 300 giovani coinvolti in modo indiretto, per la raccolta e la definizione di linee guida create dai giovani stessi.    Il percorso si concluderà con un convegno nazionale, nel quale i ragazzi presenteranno le loro proposte e si confronteranno con Amministrazioni pubbliche ed esperti del settore.

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.
o che hanno risposto al bando. I primi a entrare in azione, come capofila dei progetti, saranno i GAL Garda Valsabbia, Ogliopo terre d'acqua, Oltrepo mantovano e Oltrepo pavese. "Questi progetti di partenariato - ha commentato l'assessore regionale all'Agricoltura Giulio De Capitani - sono un concreto esempio della capacità progettuale e organizzativa dei nostri territori. I loro obiettivi, in piena sintonia con le priorità della Regione Lombardia, intercettano i temi della promozione delle produzioni agroalimentari, della filiera corta, dei mercati contadini e di una migliore fruizione del paesaggio rurale".

Rendere i giovani lombardi protagonisti dello sviluppo turistico dei loro territori attraverso la realizzazione di percorsi sostenibili. E' questo, in sintesi, lo scopo del Progetto europeo 'YET' (Youth Enterprise Tourism), approvato dall'Agenzia Nazionale Giovani e ora avviato in Lombardia grazie ad una delibera varata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sport e Giovani Monica Rizzi. Il progetto 'YET' si snoderà attraverso un percorso di educazione sulle tematiche ambientali e di promozione turistica, con 75 studenti di 3 aree della Lombardia, che parteciperanno a laboratori per riflettere in modo attivo e creativo sui temi del progetto, e con più di 300 giovani coinvolti in modo indiretto, per la raccolta e la definizione di linee guida create dai giovani stessi.    Il percorso si concluderà con un convegno nazionale, nel quale i ragazzi presenteranno le loro proposte e si confronteranno con Amministrazioni pubbliche ed esperti del settore.

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.