Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha incontrato riservatamente il presidente del Consiglio Mario Monti al termine del confronto per Expo. Formigoni ha dedicato il colloquio agli ingentissimi danni provocati dal terremoto nella provincia di Mantova, chiedendo che il Governo prenda provvedimenti più forti rispetto a quelli assunti finora e dedichi risorse specifiche alla provincia di Mantova dal momento che il decreto del Governo è dedicato solo all'Emilia Romagna.

Cento quintali di formaggio delle aziende mantovane colpite dal terremoto sono stati venduti in due giorni al mercatino allestito in piazza Città di Lombardia, nel cuore della sede della Regione. Gradimento per gli ottimi prodotti (Grana padano e Parmigiano Reggiano dop del Mantovano) e spirito di solidarietà per le popolazioni colpite hanno mobilitato migliaia e migliaia di persone – cittadini della zona, dipendenti regionali - a fare una spesa, che ha fruttato un ricavo 125.000 euro.

Dalle strutture di accoglienza allestite nel Mantovano arrivano buone notizie.  'E' sceso a 773 - spiega infatti l'assessore regionale alla Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza Romano La Russa - il numero delle persone che ancora non hanno potuto fare rientro nella propria abitazione. Rispetto ai circa 2.500 di pochi giorni fa è comunque un grande risultato'. Sono ancora attive sul territorio della provincia di Mantova 11 strutture di accoglienza in 10 Comuni, 2 delle quali sono gestite direttamente da Regione Lombardia.

Uscirà a luglio il bando per la selezione degli inquilini che usufruiranno del progetto Abit@giovani, proposto da don Gino Rigoldi e realizzato con la collaborazione delle istituzioni locali, fra la quali Regione Lombardia che lo finanzia con il Fondo immobiliare dedicato all'housing sociale. 1000 alloggi sul territorio milanese, soprattutto riqualificati, destinati alle giovani coppie secondo il principio del condominio diffuso. L'assessore alla Casa, Domenico Zambetti
(AUDIO) 107104

Regione Lombardia ha perfezionato il percorso intrapreso con il varo della società Arexpo, per assicurare i terreni all'Expo.  L’assemblea straordinaria di Arexpo spa, che Regione Lombardia ha convocato, ha permesso di deliberare l'aumento del capitale (a 92 milioni) e consentito l'ingresso, accanto alla Regione, dei nuovi soci: Comune di Milano, Fondazione Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano, Provincia di Milano e Comune di Rho. 'Regione Lombardia, con questo ulteriore passaggio - prosegue Formigoni - ha assicurato ancora una volta alla società Expo 2015 spa le condizioni per arrivare pronta al grande evento'.

Con la costituzione, entro il mese di luglio, della Cooperativa a proprietà indivisa, si avvierà la fase operativa del Protocollo d'intesa (sottoscritto da Regione Lombardia, Aler Milano, Fondazione Housing sociale, Confcooperative, Legacoop e Prisma Sgr spa) per la riqualificazione dello Sporting di Mirasole, a Opera (Mi). In questo modo, dunque, sarà concretamente superato il rischio sfratto per circa 200 famiglie.  L'assessore regionale alla Casa Domenico Zambetti, incontrando buona parte degli abitanti, ha sottolineato come 'Regione Lombardia abbia fatto il proprio dovere, sviluppando un'azione di coordinamento, per dare una risposta seria alle esigenze dei cittadini. L'augurio è di chiudere la partita entro luglio'.

Avviati i lavori per la realizzazione della Teem, la tangenziale esterna milanese. "Si realizzerà in project financing, senza spendere denaro pubblico, e creerà nuovi posti di lavoro" spiega l'assessore alle Infrastrutture e mobilità della Regione, Raffaele Cattaneo, al microfono di Maria Chiara Grandis
(AUDIO) 10699

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.