Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia


L’Expo ha bisogno di gente che ci creda, che  abbia la determinazione e l’ardimento per costruire un evento di grandissima  qualità anche in condizioni economiche difficili come quelle che il nostro  Paese sta attraversando. Che il Governo Monti non avrebbe messo un centesimo  in più lo sapevamo tutti da tempo, che il Governo Monti non avrebbe cambiato  la governance lo sapevamo tutti da tempo. Accettare un incarico nelle  condizioni date per poi fare un passo indietro o di lato - chiunque lo faccia  - non aiuta certamente. E con le turbolenze di queste ultime due settimane  abbiamo ulteriormente innervosito i nostri partners internazionali. Anche per  questo, oltre che per le grandi doti professionali che chiunque gli  riconosce, invito il Dottor Roth a riconsiderare la sua decisione e a  continuare a lavorare per il nostro Paese e per il successo di Expo". Così  dichiara il Commissario Generale di Expo Milano 2015 e Presidente di Regione  Lombardia Roberto Formigoni.


"Con l’inaugurazione dei nuovi ’E-vai  point’ alle stazioni ferroviarie milanesi di Bovisa-Politecnico  e a Legnano (in calendario domani), la rete del car sharing  ecologico diventa più capillare, compiendo nuovi passi verso  l’obiettivo delle 40 postazioni entro il 2013". Lo ha detto l’assessore  regionale alle Infrastrutture e Mobilità  Raffaele Cattaneo, intervenendo in piazza Emilio Alfieri, nel  parcheggio antistante la stazione di Ferrovie Nord, dove, da  oggi, sono disponibili le auto del servizio operato da Sems  (società del Gruppo FNM), in collaborazione con Trenord, su  iniziativa di Regione Lombardia.  "Bovisa - ha detto l’assessore - è un nodo particolarmente  importante, perché qui arrivano 640 treni al giorno, uno ogni  due minuti ed è la prima fermata di Milano per chi arriva dalla  rete regionale di Ferrovienord e dall’aeroporto di Malpensa. È  inoltre una stazione simbolica, perché è la più vicina al Campus  universitario del Politecnico, con il quale Regione Lombardia  sta lavorando per lo sviluppo della mobilità sostenibile e con  il quale Sems ha collaborato per realizzare le tecnologie che  hanno consentito di offrire questo servizio".
Sentiamo Cattaneo

-    Audio -

“Con l’approvazione di questa  legge Regione Lombardia si dota di uno strumento utile per  aiutare e accompagnare le donne vittime di violenza,  sostenendo la ricchezza di realtà presenti sul territorio  lombardo che quotidianamente si occupano dei casi di  violenza”. Cosi’ l’assessore alla Famiglia, Giulio Boscagli,  ha commentato l’approvazione della norma che vara nuove  azioni a favore dei centri anti violenza con l’obiettivo di  dar vita a misure di sostegno a favore delle donne vittime di  violenza. Questo provvedimento - aggiunge l’assessore - vuole  promuovere anzitutto la cultura della non violenza, nella  consapevolezza che le vittime sono in continua crescita e che  le violenze avvengono spesso all’interno delle mura  domestiche, danneggiando quindi non solo le donne, ma anche i  loro figli.

"La magistratura faccia presto", torna a chiederlo l'assessore alla Sanità Luciano Bresciani dopo gli episodi su cui le forze dell'ordine stanno indagando

-    Audio –

E’tutto, grazie per l’ascolto