Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Corte dei Conti ha promosso a pieni voti il bilancio della Regione Lombardia e i conti della sanità lombarda. È il risultato dell'analisi della magistratura contabile sul Rendiconto 2011. Quattro i capisaldi: il rispetto pieno del Patto di stabilità interno; una politica sugli investimenti (800 milioni solo nel 2011) finanziati attraverso il risparmio pubblico e non tramite indebitamento; una spesa farmaceutica che si assesta all'11,9 per cento (l'indice più basso fra le Regioni a Statuto ordinario), a fronte di un tetto legislativo del 13,3; la chiusura dei conti sanitari con un avanzo di 22 milioni di euro, pur garantendo servizi di assoluta eccellenza.

"La magistratura faccia presto", torna a chiederlo l'assessore alla Sanità Luciano Bresciani dopo gli episodi su cui le forze dell'ordine stanno indagando ormai da tempo e che riguardano strutture sanitarie lombarde, sentiamolo

(AUDIO)

«È il quarto giorno da quando il Corriere della Sera ha dato - senza fondamento - il suo grande e falso scoop: Formigoni indagato. Ripreso poi con servile solerzia da molti giornali e tv italiani. È il quarto giorno che la Procura lascia trascorrere senza dare conferma al Corriere, anzi». Lo fa rilevare il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni in un comunicato. A proposito della sua maggioranza di governo, Formigoni interpellato dai giornalisti ieri ha osservato: «Maroni ha detto non ne parliamo neanche prima del 2013 e poi vedremo: noi stiamo costruendo un buon governo del nord in Lombardia, in Piemonte, in Veneto, in Friuli e su questa strada vogliamo andare avanti».  Circa i rapporti con la Lega sentiamo l’assessore alla Mobilità ed Infrastrutture, Raffaele Cattaneo

(AUDIO)

Il bando 'Progettare la parità in Lombardia', lanciato da Regione Lombardia lo scorso anno, ha consentito di avviare 27 progetti, nei quali sono stati coinvolti 178 soggetti tra associazioni, enti locali, Asl, scuole e altre realtà su tutto il territorio regionale. Nel corso del 2011 ha messo a disposizione dei progetti avviati da gruppi iscritti all'Albo regionale delle associazioni femminili 200 mila euro, attivando un percorso virtuoso all'interno del quale sono stati avviati interventi per un valore complessivo di 525 mila euro.  A renderlo noto il sottosegretario alle Pari opportunità, Moda e Design di Regione Lombardia, Ombretta Colli, nel corso dell'incontro annuale con le associazioni femminili e con i Centri risorse locali di parità, che si è tenuto ieri a Palazzo Lombardia.

'Il diesel è un combustibile nocivo per l'uomo e il suo uso va ridotto progressivamente nel tempo'. Lo ha detto l'assessore all'Ambiente, Energia e Reti della Regione Lombardia Marcello Raimondi, a Bruxelles, nel corso della Tavola rotonda, cui ha partecipato anche il commissario europeo all'Ambiente Janez Potocnick, in occasione dell'evento 'A breath of fresh air'. L'occasione ha riunito al Parlamento europeo le Regioni che più stanno facendo in termini di lotta all'inquinamento atmosferico. Ha partecipato ad alcune sessioni della giornata di lavoro anche una rappresentante del vice presidente della Commissione europea Antonio Tajani. 'Nel nuovo piano Aria – ha detto Raimondi - che sarà pronto a breve, dovremo tener presente quanto sancito dall'Oms, e anticipato dalla Regione e dalle ricerche da noi finanziate negli anni, e cioè che le emissioni da diesel sono sicuramente nocive per l'uomo'.

Trasporti e mobilità rappresentano fattori chiave per lo sviluppo economico e la qualità della vita di ciascuna Regione e richiedono un'adeguata dotazione infrastrutturale e un'efficiente funzionalità logistica sulle direttrici di spostamento e a livello dei nodi di connessione. Dell'argomento si è discusso ieri al Parlamento europeo di Bruxelles, in occasione della presentazione del progetto 'Transitects', alla presenza, tra gli altri, dell'assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Margherita Peroni. 'La necessità di un trasferimento del traffico dalla strada alla ferrovia e di una ottimale funzionalità delle strutture di movimentazione delle merci - ha spiegato l'assessore Peroni - è ancora più sentita nelle aree alpine e in Lombardia.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.