Bentrovati a un nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Città della Salute, al via i lavori. Quest’oggi il presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni ha riunito tutti gli enti interessati per la realizzazione della struttura nell’area Ex Falck.
Obiettivo: "sottoscrivere l’accordo di  programma entro il 31 marzo 2013: questo progetto, che ho cullato, a lungo  entra in fase definitiva e verrà terminato entro il 2015" ha detto oggi Formigoni.
Presenti a Palazzo Lombardi tra gli altri, il sindaco di  Sesto San Giovanni, Monica Chittò, e i rappresentanti dell’Istituto Besta e dei Tumori.
Presentando i componenti del comitato per l’accordo, a cui partecipa anche il  Comune di Milano, Formigoni ha spiegato che l’area ex Falk non e’ stata  scelta per motivi urbanistici "come qualcuno ha detto, ma tenendo conto  soprattutto della valenza sanitaria e scientifica". "

Un incontro urgente col presidente del Consiglio Mario Monti. E’ quanto chiede Roberto Formigoni, perché il decreto che e’ stato partorito questa notte “non è - ha detto il presidente della Regione Lombardia incontrando i giornalisti - quello che si era sperato e cioé l’idea di fare
tagli alla spesa improduttiva, agli sprechi, alle diseconomie, ma sono al contrario tagli lineari inaccettabile ai servizi ai cittadini, sui fondi destinati alla Sanità e al Trasporto pubblico locale”.
Sentiamo
-    Audio -

Accolto con favore dal Presidente della Lombardia Roberto Formigoni, il metodo di ripartizione dei fondi alle popolazioni terremotate scaturito dal decreto sulla Spending Review. "Il governo mi ha ascoltato - ha detto Formigoni  -. Aveva fatto una ripartizione dei fondi inaccettabile. Ha accettato invece adesso che i fondi saranno ripartiti equamente sulla base dellavalutazione effettiva dei danni’.
Che l’Emilia Romagna e’ stata la piu’ colpita dal terremoto, e’ cosa nota, “ma decidere a tavolino ’95% delle risorse all’Emilia Romagna, 4% alla Lombardia e 1% al Veneto" - ha detto il presidente lombardo - era un procedimento che non si poteva accettare. Ho chiesto e ottenuto una nuova versione del decreto, che ora dice esattamente che i fondi saranno ripartiti a seconda dei bisogni effettivamente rilevati e conteggiati sul territorio”

E’ stato allestito oggi a Milano in piazza Citta’ di Lombardia, il  mercatino agricolo estivo a cura dall’assessorato  all’Agricoltura della Regione Lombardia, in collaborazione  con Ersaf, le organizzazioni professionali regionali di  Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Copagri, le associazioni  biologiche lombarde Aiab, La buona Terra e la fondazione  Minoprio.  E’voluto essere presente all’iniziativa l’assessore all’agricoltura Giulio De Capitani. Sentiamo

-    Audio -


E’tutto, grazie per l’ascolto