Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Si è svolto a Palazzo Lombardia il secondo seminario 'Per una diversa programmazione del Fondo sociale europeo: nuove sfide per il 2014-2020'. L'incontro è stato aperto dall’assessore Valentina Aprea con deleghe all’Istruzione, Formazione e Cultura e da Gianni Rossoni, assessore all’Occupazione e Politiche del lavoro. Obiettivo dei lavori è quello di continuare il confronto tra Commissione Europea, Ministero del  Lavoro e delle Politiche Sociali e Autorità di Gestione regionali sulla prossima programmazione del Fondo. In tempi di crisi economica, Rossoni ha spiegato che “Le prossime risorse, provenienti dal Fondo Sociale Europeo dovranno sostenere un adeguato e trasparente matching tra domanda e offerta di lavoro attraverso politiche integrate di istruzione e lavoro, sostenere l'occupabilità dei giovani attraverso il rafforzamento di percorsi di tirocinio e apprendistato ma anche dare sostegno a quei lavoratori colpiti dalla crisi, proseguendo e valorizzando l'esperienza già realizzata. Aprea ha sottolineato che la nuova programmazione  è orientata all'individuazione di pochi obiettivi che siano chiari, raggiungibili, di sicuro impatto e indirizzati alla maggior integrazione tra fondi diversi e ad un ruolo maggiore delle regioni che possa portare ad avere una programmazione che riconosca gli effettivi bisogni. “Un passo importante” per Aprea “è stato quello di avere una quota di riserva del 5% per premiare le regioni più virtuose”.  

Da Salò, teatro di un terremoto nel novembre 2004, arrivano 25 mila euro per la ricostruzione della scuola primaria di Poggio Rusco nel Mantovano, colpita dal recente sisma e resa inagibile per il prossimo anno scolastico. Questo il contributo frutto della serata di beneficienza organizzata dal Comune bresciano nell'ambito dell'Estate Musicale del Garda, che ha avuto ieri sera un'anteprima al suo cartellone in nome della solidarietà per le popolazioni mantovane colpite. 'Sinfonia di Sapori', il nome dell’evento che ha visto la partecipazione del maestro della cucina d'autore italiana, Gualtiero Marchesi. “Si tratta di una dimostrazione del grande cuore dei cittadini lombardi” per l’assessore regionale alla Semplificazione e Digitalizzazione e sub commissario per il terremoto, Carlo Maccari. “In  Lombardia bastano poche ore per dare vita a un'idea e portare una solidarietà diretta e concreta" ha detto Maccari.

Chiude con un avanzo di amministrazione di 3 mila e 916 mlioni di euro, migliore di 10 milioni e mezzo sul 2010, l’esercizio finanziario della Regione Lombardia. Il dato emerge dal rendiconto generale approvato dal Consiglio regionale durante la seduta dedicata al bilancio, che quest’anno non dovrebbe essere toccato dai tagli della spending review del governo. Lo dice l’assessore al bilancio di Regione Lombardia, Romano Colozzi…

- AUDIO –

E torna a lanciare l’allarme sul taglio dei fondi per il trasporto pubblico locale anche l’assessore alle infrastrutture e mobilità di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, che si unisce alla richiesta del presidente Formigoni di un incontro urgente con il governo

- AUDIO -

Inaugurato dall'assessore regionale alla Sanità, Luciano Brescian,i il Week Hospital del Centro Traumatologico Ortopedico di Milano. Il nuovo reparto di degenza ospita l'attività ambulatoriale chirurgica a bassa complessità  e ambulatoriale non chirurgica, il day surgery, il day hospital e quella parte di degenza neurologica per i pazienti affetti da malattia di Parkinson per la quale la permanenza non supera i 5 giorni. Attualmente la struttura ospita 16 posti letto con la possibilità di una stanza singola per i pazienti ambulatoriali a bassa intensità assistenziale o chirurgia a basso rischio. A margine dell’inaugurazione anche Bresciani ha commentato il decreto sulla spending review del governo: "La razionalizzazione dei costi - ha detto l'assessore regionale - va tradotta e collocata nei territori: il rapporto tra costi di produzione e servizi offerti ai cittadini non è uguale in tutte le regioni d'Italia. “La Lombardia” ha ricordato Bresciani “ha i conti a posto ma questo al Governo non interessa”.

Sono 47 gli artisti lombardi che hanno risposto all'invito lanciato a marzo dal presidente Roberto Formigoni per realizzare e donare alla Regione opere d'arte che avessero per tema il Crocifisso, in modo da poter essere esposte nelle sedi territoriali. La legge approvata nel novembre scorso dal Consiglio regionale prevede infatti l'esposizione del Crocifisso nelle sale istituzionali e all'ingresso delle sedi regionali. 47 le opere donate che, prima di essere collocate, verranno messe in mostra per una settimana a Palazzo Lombardia. L’esposizione 'Crocifissi d'autore - 47 variazioni sul tema', sarà aperta, con ingresso libero, da mercoledì fino al 18 luglio.

Ed è tutto grazie per l’ascolto