Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia


I governatori sono preoccupati dalla possibilità  di poter garantire nel prossimo futuro i livelli essenziali di assistenza nella sanità. “Con noi l’esecutivo ha accettato di avviare una riforma sui numeri a partire da domani alla presenza del supercommissario Enrico Bondi”: lo ha riferito il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni uscendo da Palazzo Chigi dopo il confronto con il governo sulla spending review.
Dopo l’incontro tecnico è previsto poi, ha annunciato il governatore, senza però  specificare quando, un confronto politico.

Visita nelle zone terremotate del mantovano nei giorni scorsi per l'assessore alla Sicurezza e Protezione civile Romano la Russa, accompagnato dal vice commissario per l'emergenza, l'assessore Carlo Maccari. A La Russa abbiamo chiesto di aggiornarci sulla situazione degli sfollati...

-    AUDIO –

Un accordo per aumentare la sicurezza non solo di chi usa i mezzi pubblici locali per spostarsi, ma anche di chi, sui mezzi, ci lavora. Lo hanno firmato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e gli assessori Raffaele Cattaneo (Infrastrutture e Mobilità) e Romano La Russa (Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza) con i rappresentanti dei corpi delle Forze dell'Ordine (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Guardia Forestale e Polizia locale) e le associazioni del Trasporto pubblico locale (A.n.a.v. Lombardia, A.s.s.t.r.a. Lombardia, Trenord e Navigazione Lago d'Iseo). Si tratta del rinnovo di un'intesa già avviata nel 2010, che prevede la circolazione a titolo gratuito sui mezzi del trasporto pubblico degli agenti e ufficiali delle Forze dell'Ordine, nei giorni in cui non effettuano servizio di pubblica sicurezza. A fronte di ciò gli interessati, dopo essersi obbligatoriamente presentati al personale di bordo, si impegnano a fornire assistenza in caso di necessità di accertamento di identità o per interventi di ripristino dell'ordine pubblico. In considerazione degli effetti positivi già ottenuti, Regione Lombardia si impegna a sostenere per il triennio 2012-2014 le Aziende di trasporto con uno stanziamento annuale fino a 6,1 milioni di euro. "E' sintomatico che questo accordo - ha spiegato Formigoni - venga firmato proprio nel giorno in cui è stato pubblicato il decreto del Governo che taglia drasticamente le risorse per il trasporto pubblico locale. L'ho voluto firmare comunque, per garantire più sicurezza ai cittadini e ai lavoratori e perché, nel contempo, mi appresto a incontrare domani a Roma il presidente del Consiglio Mario Monti". Formigoni ha comunicato di aver detto sì a "tagli razionali" delle risorse. "Sulla sanità - ha detto -, nonostante i tagli, garantiremo il servizio, ma sul trasporto pubblico la situazione è molto pesante. Ci tagliano 250 milioni in 2 anni e questo significa che dovremo moltiplicare per 10 il biglietto o diminuire le corse dei treni". Il presidente si è quindi domandato "come faranno i pendolari ad andare al lavoro e gli studenti a scuola se si dovesse essere costretti a tagliare di 1/3 le corse?".

È tuttto, grazie per l’ascolto