Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

La spending review, così com'è articolata, non s'ha da fare: alla sola Regione Lombardia vengono sottratti, per i 6 mesi residui del 2012, 284 milioni di euro, contro i 161 milioni di euro tagliati a tutti i Ministeri. Il dito del presidente Roberto Formigoni è puntato contro i tagli squilibrati: "Non è una spending review razionale ed equilibrata, ma un taglio lineare che, una volta di più, si accanisce sulle Regioni". La cartina di tornasole è rappresentata dai conti regionali: "Il taglio per le Regioni è pari a 2,2 miliardi di euro per il 2012, per i Ministeri pari a 161 milioni di euro". Formigoni si rivolge direttamente al Governo, chiedendo: "È questo un taglio equilibrato? Alla sola Lombardia vengono sottratte più risorse che a tutti i Ministeri messi insieme: la spending review toglie alla Regione Lombardia 284 milioni per i 6 mesi residui del 2012 e ai Ministeri, complessivamente, 161 milioni". Regione Lombardia rilancia la campagna contro il tarlo asiatico. E lo fa con un appello a tutti i cittadini, affinché segnalino l'eventuale presenza di questo terribile insetto, innocuo per l'uomo ma molto dannoso per le nostre piante. La diffusione del tarlo asiatico è concentrata in ambito urbano e per questo motivo il contributo che i cittadini possono dare, riconoscendo e segnalando ai nostri numeri la presenza di questo insetto, è fondamentale per contrastarne la diffusione. L’assessore all’agricoltura è Giulio De Capitani

- audio -

Non è lui ad aver commesso dei crimini ma sono i Radicali i maestri di manipolazione, di contraddizioni e di menzogna’. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni è passato immediatamente al contrattacco dopo la richiesta di condanna per diffamazione a un anno di reclusione avanzata dal pm nel processo sulle firme raccolte a sostegno della sua lista per le regionali del 2010. Accusato di diffamazione a mezzo stampa per aver accusato i Radicali di aver manipolato le sue firme, Formigoni replica che “i crimini sono solo quelli dei Radicali”. “Ho sempre parlato di fatti veri - ha spiegato -. E il fatto vero e’ che i Radicali hanno avuto in mano per diverse ore senza alcun controllo le liste per le Regionali’. Il presidente della Regione Lombardia si è detto comunque convinto che “il giudice porterà le cose nell’alveo corretto”

Il presidente della Regione Lombardia Roberto  Formigoni firma oggi  con il presidente della Regione Piemonte Roberto  Cota, un Protocollo d’intesa su Expo 2015. Per Regione Lombardia saranno  presenti alla firma, nella sede di Regione Piemonte, anche il sottosegretario  all’Attuazione del programma e all’Expo Paolo Alli e l’assessore  all’Istruzione, Formazione e Cultura Valentina Aprea. Si tratta di un altro  importante momento di lavoro comune fra le due Giunte regionali, per  approfondire ulteriormente la collaborazione su alcune politiche prioritarie  per entrambe le Regioni, come agroalimentare, turismo, cultura, ambiente,  ricettività e infrastrutture, così da cogliere tutte le potenzialità  legate all’Expo.

È tutto, grazie per l’ascolto