Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha scritto al presidente del Consiglio Mario Monti, definendo "non accettabile" la decisione del prefetto Gabrielli di non autorizzare nuove spese per gli interventi urgenti per il sisma nel Mantovano (1 miliardo di danni) e chiedendo ufficialmente al capo del Governo di provvedere a "un rapido e doveroso ripristino delle condizioni finanziarie che consentono di proseguire nell'opera di messa in sicurezza dei territori". "Non è accettabile - scrive Formigoni - quanto avvenuto in questi giorni, ossia la nota del capo del Dipartimento Protezione Civile, prefetto Gabrielli, che mi ha comunicato che 'non essendo state ad oggi previste risorse aggiuntive rispetto a quelle assegnate per far fronte alle esigenze connesse con la gestione della presente situazione emergenziale, la Di.Coma.C, non potrà autorizzare nuove spese in materia di interventi provvisionali urgenti' e ciò con effetto immediato".

Un seminario sulla “Pianificazione e gestione del paesaggio” e istituzioni a confronto. Lo ha presieduto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, alla presenza del ministro per i Beni e le attività culturali, Lorenzo Ornaghi. A Palazzo Pirelli un’occasione per confrontarsi sulle pratiche messe a punto dalle regioni italiane: Piemonte, Emilia, Lazio, Liguria, Puglia, Toscana. Per la Lombardia sentiamo appunto Formigoni

-    audio –

Con gli Stati generali sulla qualità dell'aria, "lanciati" a Palazzo Lombardia dall'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, inizia il percorso di condivisione delle nuove misure che saranno attuate nei prossimi anni per contenere le emissioni di sostanze inquinanti. Al suo fianco numerosi assessori di Comuni e Province e un'ampia rappresentanza di esponenti delle categorie economiche e sociali del territorio. Tra le prime misure discusse, l'estensione a 24 ore al giorno del divieto di circolazione per i veicoli (euro 0 benzina ed euro 0, 1 e 2 diesel) che, per 6 mesi all'anno, già sono sottoposti a blocchi per 12 ore; graduale messa al bando dei veicoli euro 3 diesel e verifiche più puntuali sui controlli. Interventi che potrebbero essere attuati solo se - "saranno condivisi - ha detto Raimondi - da tutti i soggetti che vogliamo incontrare (e sono oltre 2.000) prima di redigere il nuovo Piano regionale sulla qualità dell'Aria (Pria)". Sono questi i due criteri che dovranno guidare gli Enti coinvolti negli Stati generali, qualora decidessero di inasprire ulteriormente "misure già ora draconiane". "Stiamo studiando - ha spiegato Raimondi - se estendere a 24 ore il blocco di circolazione per i veicoli che hanno già subito limitazioni nella fascia diurna del periodo invernale.

Continuano le iniziative a favore delle zone colpite dal terremoto. Giovedì 26 luglio, dalle 14.00 alle 23.00, si terrà in Piazza Città di Lombardia l’evento “Angurie e meloni del territorio mantovano in Piazza Città di Lombardia”, in collaborazione con la direzione generale agricoltura, ERSAF e con le organizzazioni professionali agricole. Sarà possibile degustare sul posto e/o acquistare i prodotti. Inoltre, saranno allestiti una mostra pomologica con diverse varietà di angurie e meloni e un corner informativo presidiato da un tecnico orticolo che risponderà a domande e curiosità; saranno presenti esperti intagliatori che creeranno dal vivo alcune sculture di frutta.  Per l’occasione è prevista l’apertura straordinaria del 39° piano di Palazzo Lombardia.

È tutto, grazie per l’ascolto.