Bentrovati a un nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Risorse per 20 milioni di euro, nel biennio 2013-2014, destinati allo sviluppo di programmi di ricerca in Lombardia. E' quanto prevede l'Accordo Quadro sottoscritto dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e dal presidente del Consiglio nazionale delle Ricerche Luigi Nicolais. Tra gli obiettivi anche fare formazione e informazione, sia per diffondere tra i giovani l'interesse verso la scienza e la tecnologia, sia per crescere professionalità di alto livello in istituti sempre più all'avanguardia. L'intesa siglata a Palazzo Lombardia si pone in continuità con la precedente, firmata da Regione e Cnr nel 2006 e finanziata con 40 milioni di euro, grazie alla quale hanno trovato lavoro 159 giovani ricercatori, tecnici, dottorandi, impegnati nello sviluppo dei progetti e sono stati registrati 10 brevetti nazionali


E durante la seduta del Consiglio regionale di oggi il presidente della Regione e commissario generale di Expo  ha fatto il punto sulla manifestazione che si svolgerà nel 2015 a Milano


-    AUDIO -

A margine del Consiglio poi è arrivato dal presidente della Regione il commento del declassamento del debito sovrano italiano da parte dell’agenzia di rating Moody's, che anche abbassato il voto a regioni ed enti locali, fra cui anche Regione Lombardia che da A2 passa a Baa1. Sentiamo Formigoni

-    AUDIO -

“Assurda". Così l'assessore regionale alla Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza Romano La Russa definisce la lettera "arrivata senza preavviso, con la quale il Capo del Dipartimento di Protezione civile nazionale, prefetto Franco Gabrielli, comunica di avere terminato i fondi e di non prevedere ulteriori finanziamenti per affrontare le urgenze provocate dal sisma nel Mantovano". "Assurda tanto quanto l'idea di finanziare le opere per la messa in sicurezza, la riapertura dei centri abitati e la garanzia di una sistemazione agli oltre 2.000 sfollati, con i soldi, già miseri - aggiunge l'assessore - che sarebbero dovuti servire per finanziare la ricostruzione In Lombardia, per la quale servono più di 600 milioni di euro. Sino ad oggi ne sono stati stanziati solo 22. Per la messa in sicurezza degli edifici e l'assistenza alle popolazioni ce ne servivano almeno 5, ne abbiamo ricevuti appena 2". Sentiamo La Russa

-    AUDIO -

Con gli Stati generali sulla qualità dell'aria, "lanciati" a Palazzo Lombardia dall'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi, inizia il percorso di condivisione delle nuove misure che saranno attuate nei prossimi anni per contenere le emissioni di sostanze inquinanti. Tra le prime misure discusse, l'estensione a 24 ore al giorno del divieto di circolazione per i veicoli (euro 0 benzina ed euro 0, 1 e 2 diesel) che, per 6 mesi all'anno, già sono sottoposti a blocchi per 12 ore; graduale messa al bando dei veicoli euro 3 diesel e verifiche più puntuali sui controlli. Interventi che potrebbero essere attuati solo se - "saranno condivisi - ha detto Raimondi - da tutti i soggetti (oltre 2.000) prima di redigere il nuovo Piano regionale sulla qualità dell'Aria”

 Ed è tutto, grazie per l’ascolto