Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Centralità della famiglia, passaggio dall'offerta alla domanda e 'Fattore famiglia'. Sono questi i tre pilastri alla base del Nuovo Patto per il Welfare, presentato presso la sede territoriale della Regione Lombardia a Como, dall'assessore regionale alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale Giulio Boscagli, in una consultazione con istituzioni locali, sindacati associazioni imprenditoriali, organizzazioni di categoria, enti non profit e del volontariato e cooperative. La consultazione itinerante delle province, arrivata alla settima tappa, serve per stabilire principi e azioni per una riforma complessiva del sistema di welfare lombardo."Se vogliamo mantenere un sistema di welfare universalistico - ha spiegato l'assessore Boscagli - dobbiamo ripensarlo profondamente, perché non perda le sue caratteristiche di equità, soprattutto nella prospettiva delle generazioni più giovani. Sono tre, infatti, i limiti più evidenti dell'attuale sistema di protezione sociale: la grave crisi finanziaria mondiale, che si ripercuote sui singoli Paesi, portando a gravi tagli di spesa; l'invecchiamento della popolazione, con il conseguente squilibrio demografico; l'eccessiva burocratizzazione e centralizzazione delle risorse. In Lombardia, su 11 miliardi dedicati alle politiche di welfare, 8 sono amministrati direttamente dall'Inps, mentre solo 3 possono essere gestiti dal territorio, per rispondere direttamente ai bisogni che vengono dal basso".

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo ha presentato la bozza del Piano regionale della mobilità ciclistica. Il servizio di Maria Chiara Grandis

- audio -

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha disposto l'apertura di una indagine interna all'Asl di Brescia, per verificare come siano state condotte nel corso di questi anni le ispezioni relative al canile di Green Hill e le loro risultanze, riservandosi di assumere tutte le determinazioni conseguenti. Tale decisione è stata assunta dal presidente Formigoni a seguito della discrepanza, riscontrata dallo stesso presidente, fra le notizie diffuse in queste ore sullo stato del canile di Green Hill e i contenuti delle diverse ispezioni effettuate dall'Asl competente e rese note in questi anni.

Giovedì 26 luglio, dalle 14.00 alle 23.00, si terrà in Piazza Città di Lombardia l’evento “Angurie e meloni del territorio mantovano in Piazza Città di Lombardia”, in collaborazione con DG Agricoltura, ERSAF e con le organizzazioni professionali agricole. Sarà possibile degustare sul posto e/o acquistare i prodotti. Inoltre, saranno allestiti una mostra pomologica con diverse varietà di angurie e meloni e un corner informativo presidiato da un tecnico orticolo che risponderà a domande e curiosità; saranno presenti esperti intagliatori che creeranno dal vivo alcune sculture di frutta.  Per l’occasione è prevista l’apertura straordinaria del 39° piano di Palazzo Lombardia.

E’ tutto, grazie per l’ascolto