Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

'Non chiuderemo neanche un posto letto'. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni al termine dell’incontro con la Consulta della sanità, convocato a Palazzo Pirelli. 'Se necessario - ha spiegato Formigoni - riconvertiremo i letti riservati agli acuti in letti riservati ai subacuti. Nel comparto della sanità nessun servizio salterà o subirà significativi incrementi di costi rispetto alla situazione attuale, né tanto meno nessun posto di lavoro verrà perso'. Il riferimento è alla riduzione dei letti prevista dal Governo nazionale nella percentuale dello 0,2 per mille abitanti.

Di fronte ai tagli preventivati dal Governo nazionale Regione Lombardia è al lavoro per recuperare risorse ed efficienze, incrementando al contempo la qualità del servizio. 'Vogliamo agire - ha chiarito Formigoni - sulla definizione e l'attivazione di reti di specialità secondo il modello basato sui cosiddetti 'centri di riferimento'. Si tratta di creare un sistema ospedaliero più aperto e interconnesso, al fine di incrementare efficienza, qualità e sicurezza dell'assistenza a beneficio dei nostri pazienti. Questa e altre proposte sono al centro di un disegno complessivo di riorganizzazione, che è allo studio in queste settimane'. Il tutto - ha assicurato - in assenza della riduzione delle unità complesse secondo tagli lineari.

E' iniziata in questi giorni la distribuzione della Dote scuola 2012/2013 per tutti gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori, statali e paritarie, che ne hanno diritto. Con una importante novità: nella provincia di Mantova è stata attivata una sperimentazione, che consentirà di evitare il supporto cartaceo, in quanto la Dote è disponibile unicamente utilizzando la propria Carta regionale dei servizi. In tutto il resto della Lombardia i buoni cartacei per la componente sostegno al reddito (studenti scuole statali) sono distribuiti ai Comuni di residenza dei beneficiari e i cittadini sono avvisati tramite sms nel momento in cui i buoni saranno effettivamente disponibili per il ritiro presso il proprio Comune. Dopo aver ricevuto la comunicazione con sms, chi ha diritto alla Dote scuola potrà recarsi presso gli uffici comunali per ritirare i propri buoni. Per la sola città di Milano il ritiro non è presso gli uffici del Comune, ma  presso i 15 sportelli Caf Acli convenzionati.

Tutela del consumatore, in arrivo fondi regionali per progetti di digitalizzazione. Ci spiega tutto Maria Chiara Grandis

(AUDIO)

Dopo due mesi dall'apertura, ha chiuso anche il campo di accoglienza di Moglia, l'ultima tendopoli ancora attiva nel Mantovano. A presenziare alle operazioni di smontaggio di tende e strutture anche l'assessore regionale alla Protezione Civile, Polizia locale e Sicurezza Romano La Russa. Moglia ha accolto oltre 280 persone. Numerosi i volontari che si sono susseguiti nelle settimane, provenienti da tutta la Lombardia: nel campo il numero massimo di volontari impiegati nella stessa giornata è stato di 150 persone. Attualmente ne rimangono 38 della Colonna mobile regionale, 26 dei Gruppi locali di Protezione civile, oltre a 26 mezzi della Colonna mobile e 8 dei Gruppi locali.

'Il nuovo porto turistico è un chiaro esempio dell'interesse e dell'impegno di Regione Lombardia nel potenziamento delle strutture portuali e nella valorizzazione del demanio lacuale'. Con queste parole l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo ha tagliato il nastro della nuova struttura portuale di Porto Valtravaglia (Va), che riqualifica e potenzia quello esistente, aumentando il numero dei posti barca dai 'vecchi' 33 agli attuali 60 (di cui 1 per le unità di vigilanza e soccorso, 1 per le emergenze e 4 per l'ormeggio temporaneo). Il costo complessivo dell'intervento è di circa 1.864.000 euro, cofinanziato da Regione con 1.123.255 euro. Notevole il successo che sta già registrando il nuovo attracco, tanto che, a fronte dei 21 posti che si sono resi disponibili pervenute al Consorzio del Maggiore 70 nuove domande.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.