Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Apriranno a ottobre i cantieri del secondo lotto della Pedemontana. Lo ha comunicato il Collegio di Vigilanza sull'opera, che ha fatto anche il punto sullo stato di avanzamento dei lavori e il rispetto del cronoprogramma, approvando nel contempo una variante del progetto che interessa l'area tra Seveso e Meda. Il servizio di Alberto Rizzardi

-    audio –

Già dalla prossima settimana saranno sbloccate le indennità a favore dei proprietari di terreni e imprese agricole interessati dagli espropri della BreBeMi. Questo l'esito dell'incontro che si è svolto a Palazzo Lombardia in merito alla realizzazione dell'autostrada Milano-Bergamo-Brescia, i cui cantieri procedono a pieno regime. Convocato dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, ha visto la presenza anche del presidente e dell'amministratore delegato di BreBeMi, Francesco Bettoni e Duilio Allegrini, dell'amministratore Delegato di CAL (Concessioni Autostradali Lombarde), Antonio Rognoni e dei consiglieri regionali Mauro Parolini e Pierluigi Toscani che avevano chiesto una riunione sul tema. Al centro della riunione, quindi, la situazione dei pagamenti delle indennità di esproprio a favore di quei proprietari i cui possedimenti sono interessati dai cantieri e per i quali le erogazioni erano state ritardate. Una recente sentenza della Corte Costituzionale aveva infatti dichiarato la non applicabilità delle tabelle dei valori agricoli medi stabilite dalle apposite Commissioni Provinciali, rinviando invece ai valori di mercato. Si era così ingenerato un vuoto normativo senza precedenti giuridici cui fare riferimento.

Una lettera ai vertici della Navigazione Laghi per sottolineare le pesanti conseguenze per i pendolari dovute ai tagli alla navigazione e all'aumento dei biglietti. L'ha scritta l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, segnalando il problema. L'assessore chiede "una rapida soluzione visti i disagi che questa situazione sta provocando in particolare sul lago Maggiore per coloro che si spostano dalla sponda lombarda a quella piemontese e viceversa". "Le prime segnalazioni di disservizio - si legge - sono arrivate dagli utenti della linea Intra/Laveno, che, non solo si sono visti ridurre la frequenza dei traghetti, ma hanno dovuto sopportare anche l'impiego di un battello di capienza non adeguata alle corse giornaliere per studenti". La riduzione delle corse del traghetto, cadenzate ogni 30 minuti, anziché ogni 20 come già previsto nell'orario invernale, ha determinato inoltre accodamenti e ritardi all'accesso del servizio di trasporto dei veicoli nei giorni festivi e disagi destinati ad acuirsi in prospettiva della stagione estiva.L'assessore ha segnalato il problema anche al vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti Mario Ciaccia, destinatario anch'egli della lettera formale. "La Regione ritiene inaccettabile il taglio del contributo statale per l'esercizio 2012 - ha spiegato Cattaneo - per questo motivo intendiamo segnalare la gravità del problema, facendoci portatori delle preoccupazioni espresse dal territorio. Chiediamo che siano adottate soluzioni tempestive per risolvere i disagi degli studenti pendolari e ripensare la programmazione del servizio dell'autotraghetto per meglio rispondere alle esigenze dell'utenza nei giorni festivi e in prospettiva della stagione estiva. La Regione è sempre stata disponibile a dialogare su questo argomento, individuando inoltre una possibile soluzione strutturale nell'estensione dell'esenzione dal pagamento delle accise sui carburanti anche al trasporto passeggeri della navigazione interna. Ora ci aspettiamo che il Governo su questo tema faccia la propria parte per garantire un servizio necessario per i cittadini. Auspichiamo, che, con avvio dell'orario estivo, il servizio torni alla normalità con le stesse frequenze degli anni precedenti".

È tutto, grazie per l’ascolto