Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Nuova casa per la Cisl Lombardia, che lascia la sede storica di Sesto San Giovanni, condivisa con Cgil e Uil e si trasferisce in via Vida, zona Turro a Milano. “Segno positivo di attenzione ai lavoratori e investimento sul futuro”  per il presidente della Regione, Roberto Formigoni, che è intervenuto all'inaugurazione dove si è soffermato sui rapporti fra governo regionale e sindacato

(AUDIO)

«Non c'è assolutamente» il rischio di una contrattazione di terzo livello, nel pacchetto sviluppo «si parla di contrattazione di prossimita». Gianni Rossoni, assessore regionale al Lavoro, ha risposto così alle preoccupazioni di Confindustria Lombardia sulle novità che il progetto di legge per la crescita, lo sviluppo e l'occupazione prevedono in materia di contrattazione di secondo livello.
 «Ferma restando l'autonomia delle parti - ha spiegato -, noi vorremmo agevolare la contrattazione e mettere a disposizione, dove ce ne sono le condizioni, gli strumenti a favore della produttività delle aziende e anche per un welfare aziendale competitivo. Nient'altro che questo».

"Lo Stato sostiene il gioco d'azzardo e alle Regioni tocca sopportare il costo delle cure per la dipendenza da gioco". Con queste parole l'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale Giulio Boscagli ha sollevato il problema della ludopatia, (dipendenza dal gioco) una patologia che sta crescendo nel nostro Paese e in Lombardia. "In Lombardia - spiega Boscagli - sono oltre 1.000 le persone che si sono rivolte ai nostri servizi contro le dipendenze per uscire dal tunnel del gioco". In Lombardia, secondo i dati di FederSerd, i profili di gioco caratterizzano una tipologia di soggetti di fascia economica medio bassa, che gioca regolarmente, in prevalenza alle slot machine, spendendo tra 100 e 1.000 euro a settimana e la maggior parte di loro ha sperperato in media oltre 10.000 euro. " Considerando che nel 2011 in Italia il gioco d'azzardo rappresenta la terza industria del Paese, con 76 miliardi di euro - continua Boscagli -  basterebbe dirottarne l'uno per mille per iniziare ad affrontare i costi sociali indotti".

Roberto Formigoni, che è anche commissario generale dell'Expo, risponde a Romano Prodi. L'ex premier ha proposto di creare a Milano un centro studi internazionale sull'acqua in occasione dell'Esposizione universale del 2015, proposta che piace al sindaco Pisapia. A Formigoni abbiamo chiesto come valuta la proposta

(AUDIO)

«Attualmente in Lombardia vi sono all'incirca tremila profughi ospitati da strutture di vario tipo, da hotel a case di accoglienza, sino ai dormitori comunali. Si tratta di una vera e propria emergenza che ormai si trascina dal mese di aprile dell'anno scorso». Lo scrive l'assessore regionale alla Sicurezza, Romano La Russa, in una nota in cui rivolge «un nuovo, accorato appello alle commissioni valutatrici e al ministro dell'Interno affinchè si velocizzino il più possibile le procedure per la concessione dell'asilo politico».

Il vice presidente e assessore della Regione Lombardia Andrea Gibelli ha incontrato il generale di corpo d'armata dell'Esercito italiano Giorgio Battisti presso la caserma 'Ugo Marà di Solbiate Olona (Varese), sede del corpo d'armata italiano di reazione rapida della Nato.  «Lo spirito di questa visita - ha detto Gibelli - è di conoscere una grande realtà di Solbiate Olona, che ha dimostrato di essere particolarmente inserita nel territorio sociale della provincia di Varese». «È interessante - ha aggiunto Gibelli - l'asilo nido, che ha una convenzione con l'amministrazione comunale per accogliere bambini che non sono del personale addetto alla struttura militare. Questa struttura mette in moto un indotto che porta ricchezza al territorio».

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.
l vice presidente e assessore della Regione Lombardia Andrea Gibelli ha incontrato il generale di corpo d'armata dell'Esercito italiano Giorgio Battisti presso la caserma 'Ugo Marà di Solbiate Olona (Varese), sede del corpo d'armata italiano di reazione rapida della Nato.  «Lo spirito di questa visita - ha detto Gibelli - è di conoscere una grande realtà di Solbiate Olona, che ha dimostrato di essere particolarmente inserita nel territorio sociale della provincia di Varese». «È interessante - ha aggiunto Gibelli - l'asilo nido, che ha una convenzione con l'amministrazione comunale per accogliere bambini che non sono del personale addetto alla struttura militare. Questa struttura mette in moto un indotto che porta ricchezza al territorio».

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.