Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Lombardia ospita un quarto degli stranieri in Italia (1.300.000). Gli irregolari sono in forte calo e i 'clandestini' restano stabili intorno a 116.000 circa. Le acquisizioni di cittadinanza hanno invece raggiunto la quota di 15.000, a fronte delle 3.000 di nove anni fa. Cresce il numero dei proprietari di alloggi (era l'8 per cento nel 2001; oggi lo è il 22 per cento) e gli stranieri disoccupati sono sotto la soglia del 14 per cento tra la sola popolazione attiva. Sono alcuni dei dati resi noti ieri dall'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Giulio Boscagli, nel suo intervento di apertura al convegno 'L'immigrazione in Lombardia: famiglia motore di coesione sociale', dedicato alla presentazione dell'XI Rapporto dell'Osservatorio regionale per l'integrazione e la multietnicità (Orim). Sentiamo l’assessore

(AUDIO)

La Giunta regionale, su proposta del presidente Roberto Formigoni, ha approvato il riparto di 9,3 milioni di euro a favore delle Comunità montane della Lombardia. Le risorse sono state suddivise secondo criteri definiti dalla legge regionale, quali superficie del territorio, popolazione, densità e con un indice di risparmio applicato agli Enti che si sono accorpati. 'Regione Lombardia ha scommesso sulla montagna e non si tira indietro - sottolinea il presidente Roberto Formigoni - nemmeno a fronte di un contesto finanziario delicato. Queste risorse si aggiungono allo stanziamento triennale di 57 milioni, varato nei mesi scorsi per sostenere investimenti, progetti e opere di pubblica utilità e per garantire al territorio montano uno sviluppo strategico e coordinato'.

L'assessore alla Sanità della Regione Lombardia Luciano Bresciani ha incontrato ieri la Direzione della struttura ospedaliera del German Heart Center Munich (centro cardiochirurgico di Monaco) e ha presentato ai primari la visione della sanità in Lombardia. Gli elementi illustrati hanno suscitato enorme interesse al punto che, nelle prossime settimane, è in programma una videoconferenza tra Assessorato alla Sanità della Regione Lombardia e l'equipe medica del Centro Ospedaliero, per creare un apposito gruppo di lavoro, che approfondirà le tecniche operatorie in uso e studierà le modalità lombarde introdotte per affrontare le cronicità.

'Regione Lombardia è un laboratorio dove si lavora alla sostenibilità ambientale legata alla redistribuzione sociale. La Lombardia ha accettato la sfida a mantenere un sistema industriale e tecnologico dentro la salvaguardia del territorio'. Lo ha detto Andrea Gibelli, vice presidente e assessore all'Industria e Artigianato di Regione Lombardia, intervenendo al Business Forum  Italy-Colombia alla Camera di Commercio di Milano. 'La Colombia - ha spiegato il vice presidente lombardo - si sta rafforzando sui mercati internazionali con grandi investimenti soprattutto di natura infrastrutturale ed è per questo che ci si augura una sempre più importante collaborazione con le grandi aziende del nostro Paese. Per quanto riguarda poi le imprese della nostra regione, l'istituzione regionale aiuta tutti coloro che vogliono mettersi in rete per favorire l'internazionalizzazione, sempre privilegiando la sostenibilità ambientale dei Paesi dove si andrà a investire'.

Parte da Monza la nuova era della mobilità sostenibile. Lo ha sottolineato l'assessore ai Sistemi verdi e Paesaggio della Regione Lombardia Alessandro Colucci, intervenendo all'inaugurazione del primo punto di ricarica rapida per veicoli ad alimentazione elettrica. Una realizzazione che trova spazio nel parcheggio dell'Iper 'La grande I' a Monza e che rappresenta il primo di una serie di punti di rifornimento, circa 200 in Lombardia di cui 60 nella sola provincia di Monza e Brianza, nati su iniziativa dell'associazione Class onlus. E' sufficiente, dunque, il tempo della spesa per ricaricare il proprio veicolo elettrico. Il sistema si attiva tramite l'inserimento della Crs (Carta regionale dei servizi) che sarà anche lo strumento di tutela dei dati personali.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.