Bentrovati al nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Il presidente di regione Lombardia Roberto Formigoni ha premiato ieri il vincitore di Sanremo Giovani, Alessandro Casillo. Il servizio è di Maria Chiara Grandis

-    Audio -

E' di 11 milioni di euro lo stanziamento messo a disposizione da Regione Lombardia e dalle Camere di Commercio per due bandi a favore delle Piccole e medie imprese del Terziario.  Il primo bando, di complessivi 5 milioni di euro (3 da Regione Lombardia e 2 dal sistema camerale), riguarda la costituzione di reti di impresa. "Nuovi modelli d'impresa lombarde - ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Stefano Maullu - per dare ossigeno alle Piccole e medie imprese: l'esperienza ci insegna che aggregarsi facendo 'rete' è davvero l'unica strada possibile per affrontare con successo le sfide del futuro, razionalizzando i costi e continuando a essere competitivi sul mercato nonostante la crisi. E poi, certo, occorre innovare. Che non vuol dire solo produrre cose nuove, ma in questo caso valorizzare i processi produttivi più moderni, efficienti e creativi". Possono partecipare al bando le reti di imprese costituite da almeno tre soggetti, che propongono progetti da realizzarsi tramite investimenti localizzati esclusivamente in Lombardia o all'estero, se all'interno di progetti di internazionalizzazione. Le domande possono essere presentate, solo online, sul sito http://gefo.servizirl.it dal 15 maggio al 30 luglio 2012.

All'auditorim di Palazzo Pirelli gli studenti lombardi hanno partecipato alla cerimonia per la 'Giornata regionale dell'impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime'. "La Regione punta all'educazione alla legalità dei giovani" spiega l'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale, Giulio Boscagli al microfono di Maria Chiara Grandis...


A Bruxelles le Regioni più competitive si sono ritrovate per fare lobbying in vista della ripartizione dei fondi strutturali comunitari da programmare tra il 2014 e 2020. "Esprimiamo preoccupazione - ha detto Formigoni a colloquio con il presidente della Commissione europea per lo sviluppo regionale Danuta Hübner - per l'esclusione delle Regioni più sviluppate dal campo di applicazione del fondo europeo di sviluppo regionale nell'ambito degli investimenti in infrastrutture". La richiesta concreta è quella di un ripensamento: lo sviluppo dei servizi di base ai cittadini nei settori dell'ambiente, dei trasporti e dell'Ict – ha sottolineato - "sono indispensabili per il raggiungimento di obiettivi coerenti con la strategia Ue 2020".La politica industriale europea deve ripartire dal rilancio delle piccole e medie imprese. Lo dice il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, ad Amalia Sartori, presidente della Commissione europea per l'Industria, la Ricerca e l'Energia. È Formigoni ad aprire i lavori del secondo incontro dei Motori d'Europa in programma a Bruxelles alle 9.45: "Condividiamo l'obiettivo - dice, assieme alle delegazioni di Rhône-Alpes, Baden-Württemberg e Catalogna - di destinare il 15 per cento del budget del nuovo programma Horizon 2020 alle Pmi". La Lombardia avanza anche la richiesta "di rafforzare le iniziative in una logica di partenariato pubblico-privato", sollecitando altresì le istituzioni europee a una più alta frequenza di pubblicazione dei bandi e alla drastica riduzione dei tempi di pagamento.

È tutto, grazie per l’ascolto.