Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Approvata all'unanimità dal Consiglio regionale la legge di riforma del trasporto pubblico locale in Lombardia. 'La legge - ha spiegato Formigoni - razionalizza la rete del tpl, semplifica la gestione con l'istituzione di 5 Agenzie corrispondenti a 5 Bacini (al posto dei 22 enti precedenti), punta all'efficienza del servizio e riduce i costi'. Una stima sugli effetti delle sinergie e delle razionalizzazioni prevede un risparmio fino a 145 milioni di euro, a regime, rispetto a un servizio che attualmente impegna 1.100 milioni di risorse pubbliche all'anno.

L'assessore Cattaneo ha spiegato i compiti delle 5 Agenzie (corrispondenti ai 5 Bacini di: Bergamo; Brescia; Como, Lecco, Sondrio e Varese; Cremona e Mantova; Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia): 'Indire le gare, anche unitarie per ferro e gomma, massimizzare l'integrazione del trasporto pubblico su ambiti vasti in modo da rendere l'uso del mezzo pubblico facile per il cittadino, evitando sovrapposizioni e realizzando un coordinamento unitario tra corse urbane e corse interurbane'. Altra grande novità, l'abolizione del criterio della spesa storica e l'introduzione dei costi standard e del fabbisogno di mobilità.

Fra sei anni in Lombardia mancheranno più di 400 mila case popolari a canone sociale, e quasi 150 mila di edilizia convenzionata. In compenso, si registrerà un surplus di edilizia libera pari a oltre 360 mila alloggi. È quanto emerge dalla ricerca condotta dal Politecnico di Milano per conto della Cisl e del Sicet Lombardia. Il fabbisogno abitativo si fa senitire maggiormente nelle province di Milano, Monza e Brianza, Bergamo. Come si sta muovendo la Regione lo spiega l'assessore all'Urbanistica e territorio, Daniele Belotti

(AUDIO)

Da Telgate, in provincia di Bergamo, cuore delle piccole e medie imprese lombarde, Andrea Gibelli, vice presidente e assessore all'Industria e all'Artigianato, ha rilanciato il tema fortissimo del 'Lombardismo'. 'Si tratta - ha spiegato - di un vero e proprio blocco padano a difesa del sistema produttivo'. 'I sindacati, le associazioni di categoria  e le istituzioni - ha proseguito - devono fare la stessa battaglia per la tutela del territorio in maniera tale che non ci siano solo le istituzioni che tengono una certa barra ma tutto un sistema che tutela la nostra economia'. Un nuovo slancio verso questo modello di società che è partito nel corso della cinquantesima tappa di 'Assessorato Itinerante', che ha fatto meta ieri alla Brevi srl di Telgate, alla F.lli Serughetti carpenterie di Chiudono e alla Finazzi Osvaldo di Grumello del Monte.

Sono stati 47 i procedimenti di semplificazione attuati nel 2011 da Regione Lombardia che hanno fatto risparmiare alla Pubblica Amministrazione 11 milioni di euro e ai cittadini 845.306 ore di tempo altrimenti perso in pratiche burocratiche. Ne hanno beneficiato anche i professionisti per un totale di 612.116 ore liberate. Questo il risultato dell'innovativo progetto lanciato lo scorso anno dall'Assessorato della Regione Lombardia alla Semplificazione e Digitalizzazione che, coinvolgendo altre 14 Direzioni Generali, ha vincolato una quota dello stipendio dei dirigenti al raggiungimento di obiettivi legati all'alleggerimento delle procedure e al miglioramento dei servizi.

Sarà inaugurata questa era alle 18, a Palazzo Lombardia, la 'Mostra di scultura - Un cantiere creativo per la lavorazione del marmo Botticino'.  Dal 29 marzo al 20 aprile, sarà possibile visitare gratuitamente questa rassegna che raccoglie he. Ne hanno beneficiato anche i professionisti per un totale di 612.116 ore liberate. Questo il risultato dell'innovativo progetto lanciato lo scorso anno dall'Assessorato della Regione Lombardia alla Semplificazione e Digitalizzazione che, coinvolgendo altre 14 Direzioni Generali, ha vincolato una quota dello stipendio dei dirigenti al raggiungimento di obiettivi legati all'alleggerimento delle procedure e al miglioramento dei servizi.

Sarà inaugurata questa era alle 18, a Palazzo Lombardia, la 'Mostra di scultura - Un cantiere creativo per la lavorazione del marmo Botticino'.  Dal 29 marzo al 20 aprile, sarà possibile visitare gratuitamente questa rassegna che raccoglie 15 sculture in marmo botticino classico, utilizzato per la costruzione di alcune delle più imponenti opere nel mondo tra le quali l'Altare della Patria a Roma. Le opere sono state realizzate in parte dai docenti della Scuola delle Arti e della Formazione Rodolfo Vantini di Rezzato (BS) o dai docenti delle Accademie d'Arte bresciane e in parte da giovani scultori provenienti da tutta Europa in occasione del Simposio Internazionale di Scultura, svoltosi all'interno della Scuola Vantini nel settembre 2011.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.