Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Regione Lombardia garantirà nel 2013 lo stesso livello di servizi socio sanitari assicurato quest'anno - il fondo complessivo resterà invariato a quota 1.632 milioni - nonostante "la guerra scatenata contro la Lombardia e tutte le Regioni dal Governo, che sta tagliando continuamente i fondi, senza che questo faccia quasi più notizia". E' quanto ha chiarito ieri il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, presentando, insieme all'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Carolina Pellegrini, alcuni provvedimenti riguardanti il sistema di welfare lombardo: 4.888.000 euro destinati alle Asl per la sperimentazione della 'Dote conciliazione servizi alla persona' (rimborso per spese di asili, assistenza ai minori o a persone malate e non autosufficienti, ecc); 5.000.000 per le iniziative di welfare aziendale e interaziendale (flessibilità di orari, servizi per i figli dei dipendenti, assistenza a malati e persone con disabilità, ecc); 6 milioni per rifinanziare il Fondo Nasko, che, da ottobre 2010, ha già permesso di aiutare 3.386 donne, che hanno rinunciato ad abortire (1.630 i bambini già nati). L’appello del presidente Formigoni

(AUDIO)

Inaugurato ieri alla Fiera di Rho, Eicma, il Salone del ciclo e del motociclo. Anche quest'anno - in occasione della 70a edizione – il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha voluto essere vicino alla filiera delle due ruote assieme ai campioni Giacomo Agostini, Max Biaggi, Chiara Fontanesi e Tony Cairoli. "O riusciamo a rilanciare il mercato interno in tutti i settori dell'economia - ha detto il presidente - o questo Paese rischia di continuare a deperire. Abbiamo bisogno che il Governo, dopo aver messo i conti in ordine, realizzi finalmente la seconda fase con misure per la crescita alla produzione e all'impresa, e con qualche decimale di punto di tassazione in meno".

Tecniche colturali a basso impatto ambientale e rispettose della biodiversità. E' la nuova frontiera green delle aziende agricole lombarde, come si rileva dai dati diffusi dall'Organismo pagatore regionale, che sta provvedendo a liquidare, in questi giorni, oltre 20 milioni di euro a 7.200 aziende agricole lombarde come anticipo del 75 per cento sui pagamenti agroambientali. Sono gli ecoincentivi della Misura 214 del Programma di sviluppo rurale che favoriscono una gestione agronomica sostenibile dell'attività agricola e che hanno avuto adesioni record in particolare sul fronte dell'agricoltura blu, la tecnica di minima lavorazione del suolo a bassa emissione di CO2, e della conservazione della biodiversità nelle risaie.

Un sentito richiamo alla necessità di massima trasparenza e legalità. Inoltre, l'importanza di dar vita a sinergie e 'lavoro di squadra' per il raggiungimento di sempre più alti livelli qualitativi nell'espletamento delle proprie funzioni. Sono questi gli obiettivi che Nazzareno Giovannelli, assessore alla Casa della Regione Lombardia, ha indicato ieri ai presidenti e direttori delle Aler di tutta la Lombardia nel corso di un incontro da lui voluto per puntualizzare modi e strategie operative delle aziende di edilizia popolare. "Occorre avere molto rispetto per gli utenti-inquilini - ha spiegato Giovannelli -, dando loro risposte quotidiane e lavorando nel tempo a disposizione, elaborando obiettivi concreti e perseguendoli con grande senso di squadra".

Una richiesta al Governo per avere, anche nel 2013, la possibilità di utilizzare gli strumenti degli ammortizzatori in deroga. E' il mandato conferito all'assessore regionale all'Occupazione e Politiche del lavoro Valentina Aprea al termine della riunione della Commissione regionale per le Politiche del lavoro e della formazione. "Il ministro Fornero ha già ricevuto una precisa proposta – ha continuato Aprea - da parte delle Regioni per la gestione della cassa in deroga per il 2013, ma deve garantire da subito la disponibilità delle risorse, che rischiano di ridursi ulteriormente rispetto agli 800 milioni di euro prospettati dall'assessore Simoncini". "Per il 2012, essendo in vigore l'accordo siglato tra Stato e Regioni - ha precisato l'assessore Aprea - non dovrebbero esserci problemi di copertura finanziaria per portare a compimento l'erogazione delle procedure in corso".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.