Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

A Palazzo Lombardia si chiudono oggi gli Stati generali dei professionisti del patrimonio culturale, una due giorni utile per discutere della collaborazione fra istituzioni per favorire le iniziative culturali in tempo di crisi. L'assessore al Commercio turismo e servizi di Regione Lombardia è Giovanni Bozzetti.

- audio –

Oltre 2.000 visitatori nel giorno di apertura per lo stand di Regione Lombardia a Job&Orienta, il salone nazionale dedicato a orientamento, scuola, formazione e lavoro, inaugurato alla Fiera di Verona alla presenza di Valentina Aprea, assessore all'Occupazione e Politiche del lavoro, Istruzione, Formazione, Cultura di Regione Lombardia. Lo spazio espositivo ospita il meglio dell'eccellenza lombarda: Centri di formazione professionale e Istituti tecnici superiori. Sono gli stessi studenti a spiegare ai loro coetanei le caratteristiche dei corsi, le materie di insegnamento, gli sbocchi occupazionali: dagli orafi ai riparatori di orologi, dagli allestitori floreali a chi disegna vestiti o si cimenta in un particolare tipo di flash-mob con 'Fashion Istant' (dal nulla, in pochi minuti, si realizza un vestito, giocando su drappeggi e accostamenti di colori), da chi studia trucco per l'Accademia del Teatro alla Scala a chi realizza, in tempo reale, un e-book che documenta l'esperienza e i momenti di animazione che rendono estremamente movimentata la vita dello stand. "Agevolare la realizzazione professionale dei giovani - ha sottolineato l'assessore Aprea - è una priorità: dopo aver lavorato molto per qualificare l'offerta formativa, dobbiamo concentrarci sul diritto all'occupabilità, individuando strumenti che possano favorire molto più velocemente la transizione tra scuola e lavoro".

Presentato nei giorni scorsi il concept del Padiglione Italia di Expo Milano 2015 al Palazzo della Triennale di Milano nel corso del Workshop “Disegnare l’Italia”. Entro il 30 novembre sarà indetta la Gara europea per la progettazione preliminare per la realizzazione nostro padiglione, che dovrà essere un vero e proprio luogo-icona capace di offrire la magia di un viaggio dentro l’Italia. A sviluppare il concept,  che declinerà il tema dell’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta Energia per la vita”, sarà il creativo Marco Balich. Roberto Formigoni, Commissario Generale dell’Expo Milano 2015

- audio -

La Giunta regionale lombarda, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Energia e Reti Leonardo Salvemini, ha introdotto importanti novità per quanto riguarda il rilascio delle certificazioni energetiche degli edifici. In questo modo si semplifica ulteriormente l'iter a carico del cittadino e si amplia la categoria dei certificatori. Con il nuovo testo, ad esempio, sarà possibile dimostrare, anche solo tramite autocertificazione, che il proprio immobile non necessita della relazione di un tecnico perché privo di impianto termico. In questo caso, dunque, nell'atto di compravendita, non dovrà essere esibita la relazione del tecnico, ma solo l'autocertificazione. I cittadini avranno poi la possibilità di accedere liberamente al Catasto energetico regionale degli edifici, in modo da conoscere l'efficienza energetica di quelli che sono stati certificati in Lombardia. "Questo aspetto è particolarmente significativo - sottolinea l'assessore Salvemini -, perché rende il cittadino consapevole della svolta energetica che vogliamo dare a questa regione, nel segno di un sempre minor consumo di energia legato a comportamenti virtuosi e all'efficientamento del patrimonio edilizio lombardo. Così facendo ne beneficerà, in primis, l'ambiente".

Con una nuova erogazione di 200 milioni di euro, che avverrà a partire dal 3 dicembre, Regione Lombardia arriva ad anticipare alle aziende agricole il 90 per cento dei fondi Pac (Politica agricola europea) 2012. Lo hanno annunciato, nel corso di una conferenza stampa, il presidente della Regione Roberto Formigoni e l'assessore all'Agricoltura Giuseppe Elias. "Si tratta - ha spiegato Formigoni - di un ulteriore 40 per cento di anticipo, che va ad aggiungersi al 50 per cento già erogato nel luglio scorso. Una forte iniezione di liquidità - in tutto 450 milioni di euro - su cui potranno contare le 31.000 aziende agricole lombarde". Da notare che era già stato disposto, nella prima metà di agosto, il pagamento del 90 per cento della Pac alle aziende localizzate nei Comuni mantovani colpiti dal sisma, attraverso una misura che ha concretamente e in tempi brevissimi aiutato molte aziende agricole colpite dal sisma. "La decisione assunta - ha sottolineato Elias - conferma ancora una volta il costante impegno nei confronti del comparto agricolo, che rappresenta uno dei settori trainanti dell'economia lombarda e che si trova ad affrontare una crisi molto difficile. A breve, tra l'altro, si profilano gli onerosi impegni del pagamento dell'Imu.
 

È tutto, grazie per l’ascolto