Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

L'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Cultura Valentina Aprea presiederà domani, giovedì 6 settembre, l'incontro convocato a Palazzo Lombardia per fare il punto della situazione sulla vicenda concorso per dirigenti scolastici a seguito dell'ormai nota ordinanza del Consiglio di Stato. Parteciperanno il direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale Giuseppe Colosio, associazioni sindacali di categoria, associazioni dei dirigenti scolastici, professionali e dei genitori.

"La grave situazione che si è determinata a seguito dell'ordinanza del Consiglio di Stato del 28 agosto – ha spiegato l'assessore Aprea nella lettera di convocazione ai partecipanti - mi ha spinto ad invitarvi ad un incontro urgente per valutare insieme le conseguenze e prospettare eventuali azioni da mettere in campo a livello regionale e nazionale".  Sull'argomento sono intervenuti nei giorni scorsi il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e l'assessore Aprea sottolineando che "L'ordinanza del Consiglio di Stato ha l'effetto di annullare il concorso per 355 posti da dirigente e mette in grave difficoltà l'avvio del prossimo anno scolastico: non è sostenibile avere oltre 500 sedi scoperte su 1.227 autonomie scolastiche". Da qui la  richiesta di un nuovo concorso, pur con salvezza degli effetti della sentenza di merito eventualmente favorevole e dando comunque le massime garanzie ai 355 vincitori contestati.

L’assessore all’agricoltura di Regione Lombardia, Giulio De Capitani, ha annunciato le linee guida della campagna informativa sull’agricoltura lombarda per la prossima stagione. Punterà ad illustrare i contenuti del piano agricolo di sviluppo 2007-2013 e le numerose manifestazioni che ruotano attorno a questo mondo anche grazie ad un opuscolo che porta il titolo della campagna, 'L'agricoltura cambia faccia alla tua vita”. Sentiamo quali sono i principi ispiratori secondo l’assessore De Capitani

-audio -

"Qualcuno ha il problema di distrarre da controversie e magagne sull'area C di Milano? Vien da pensare di sì, se si guarda a come i titoli di qualche giornale, hanno deformato il senso del pronunciamento di ieri del Tar Lombardia". L'assessore regionale all'Ambiente, Energia e reti, Marcello Raimondi, non ci sta a questo "giochino" e contrattacca: "Nessun ultimatum e nessuna ingiunzione di nuovi interventi sull'aria, come qualcuno ha voluto far credere. Regione Lombardia nella lotta allo smog è non da ora al top per provvedimenti, leggi e stanziamenti. Il nuovo Pria (Piano regionale per la qualità dell'aria) è in avanzata elaborazione: il Tar ha fissato in 60 giorni il lasso di tempo per completarlo, respingendo tutte le altre istanze dei Genitori antismog contro la programmazione regionale in fatto di lotta all'inquinamento". Del resto era già da tempo programmato per il prossimo 27 settembre un importante Forum sulla qualità dell'aria al quale sono stati invitati non solo le associazione e gli esponenti delle istituzioni e della società civile, ma anche i singoli cittadini che potranno intervenire con idee e proposte che verranno poi vagliate nei Tavoli tecnici e che potranno entrare a far parte a pieno titolo del Pria.

 
 Test d'ingresso per la facoltà di medicina. L'assessore allo Sport e giovani di Regione Lombardia, Luciana Ruffinelli, si unisce all'appello del Codacons per abolire il numero chiuso. Le abbiamo chiesto perché

-    Audio –

E’tutto, grazie per l’ascolto.