Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il treno lancia la sfida all'auto e la vince di ben 29 minuti. Per velocità, per convenienza economica e per comfort. Il servizio del Lombardia Express da Varese a Milano è iniziato oggi con una competizione simbolica tra locomotiva e auto blu, con una gara tra ruota e binario. L'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo questa mattina è infatti partito dalla stazione di Varese assieme ai pendolari per testare il nuovo servizio di Trenord e proporre una nuova alternativa agli utilizzatori dell'automobile. La sua auto ha lasciato il piazzale antistante la stazione con 10 minuti di anticipo rispetto alla partenza del treno per raggiungere Milano Centrale, capolinea del Lombardia Express. Obiettivo: dimostrare concretamente che il treno fa risparmiare tempo e denaro a coloro che ogni mattina devono raggiungere Milano.

"La scelta di far gareggiare insieme auto e treno è stata dettata dalla volontà di dimostrare concretamente che il nuovo servizio ha dei vantaggi effettivi e immediatamente percepibili - ha affermato l'assessore - in primo luogo, è più veloce: in circa trenta minuti da Varese e da Bergamo si arriva alla stazione Centrale evitando traffico, code e stress".

L'Assessore ha infine ricordato che in poco meno di 3 anni il servizio per pendolari in Lombardia ha visto crescere l'offerta con 623 corse in più. In particolare l'assessore ha ricordato gli sforzi che la Regione ha messo in campo, a oggi, per potenziare il servizio dei pendolari di Bergamo e di Varese. Dal dicembre 2009 il servizio dal capoluogo orobico è stato potenziato offrendo ogni 30 minuti i treni 'RegioExpress', che raggiungono Milano in 48 minuti e introducendo la navetta che unisce Bergamo e Treviglio. Inoltre la linea S5 da Varese è stata prolungata da Pioltello a Treviglio con un treno ogni 30 minuti. In totale l'area bergamasca si è avvantaggiata di 180 nuove corse.

Garantire massima trasparenza e tutela della legalità dei contratti, assicurare l'economicità e l'efficienza nella loro esecuzione, attuare il pieno rispetto della concorrenza nelle procedure di gara. Sono questi gli obiettivi dell'Accordo di collaborazione tra l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture e la Regione Lombardia, sottoscritto dai rispettivi presidenti Sergio Santoro e Roberto Formigoni. "Il 30 per cento dei grandi cantieri nazionali sono attivi in questo territorio, che quindi è interessato da un elevato numero di contratti pubblici per le opere, oltre a quelli per servizi e forniture" ha spiegato Formigoni

(AUDIO)

Prosegue fino a sabato 22 settembre l'edizione 2012 della 'Settimana europea della mobilità sostenibile'. Un'iniziativa che vede Regione Lombardia coinvolta con diversi appuntamenti, tutti con lo scopo di incentivare lo sviluppo della mobilità dolce e in particolare l'utilizzo della bicicletta.  Da oggi fino al 20 settembre si tiene il rilevamento dei ciclisti lombardi previsto nell'accordo che la Regione ha sottoscritto con Fiab per  conoscere il trend di crescita dell'uso delle due ruote. Domani sarà presentato il primo rapporto annuale degli interventi infrastrutturali e dei servizi a favore della mobilità ciclistica realizzati negli anni 2010 e 2011.

Una festa per scoprire gli ostelli della Lombardia ma anche un evento di promozione dei prodotti tipici e del territorio. Tutto questo è stato Hostelfest, la festa degli ostelli lombardi che si è tenuta ieri a Milano, in Piazza Città di Lombardia. Grazie alla manifestazione, è stato possibile conoscere gli ostelli della regione: di qualità, sicuri e moderni, da usare come base per gite fuori porta e weekend di relax, immersi in una rete di itinerari turistici. “Accoglienti e sicuri - osserva l'assessore allo Sport e Giovani Luciana Ruffinelli- con bagni privati in almeno il 60% delle stanze, camere anche a uno e due letti, rete wi-fi, ausili per le persone con disabilità, oltre a sale ad uso comune e spazi destinati a incontri pubblici, momenti ludici, realizzazione di eventi. Così è cambiata la rete degli ostelli lombardi”

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.
rt e Giovani Luciana Ruffinelli- con bagni privati in almeno il 60% delle stanze, camere anche a uno e due letti, rete wi-fi, ausili per le persone con disabilità, oltre a sale ad uso comune e spazi destinati a incontri pubblici, momenti ludici, realizzazione di eventi. Così è cambiata la rete degli ostelli lombardi”

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.