Bentrovati a un nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

"Si è creata una spaccatura in seno alla Conferenza Stato-Regioni che mi auguro possa essere recuperata": sono le parole che il presidente Roberto Maroni ha pronunciato di ritorno da Roma settimana scorsa. La Lombardia, quarta nella valutazione dei sistemi sanitari italiani, frena l'approvazione del decreto proposto durante la conferenza. Se ne riparlerà a settembre e il tema della sanità non sarà il solo punto che il governatore lombardo intende porre insistetemente all'ordine del giorno. In primo piano, ad esempio, resta il ruolo delle regioni e la difesa delle autonomie. Il presidente Maroni:

(AUDIO)

Si chiama 'Dote Unica Lavoro', è finanziata da Regione Lombardia con 48 milioni di euro e coinvolgerà, a partire da settembre, almeno 38.000 cittadini. L'iniziativa, presentata con lo slogan 'Occupati in Lombardia!',  è stata illustrata dall'assessore regionale ll'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea e diventerà, nel futuro anno scolastico, uno dei maggiori strumenti di promozione del lavoro in Lombardia.

Tra le novità introdotte con 'Dote Unica', anche il superamento della frammentazione degli interventi con uno strumento unitario e sempre attivo. Un ulteriore passo verso la semplificazione: non più, quindi, strumenti separati di finanziamento per percorsi formativi riservati a specifiche tipologie di beneficiari, ma un sistema unico di accesso alla Dote. Sentiamo le parole dell'assessore Valentina Aprea:

(AUDIO)

Non è possibile accogliere le richieste fatte dal Comune di Sesto San Giovanni (Milano) a Regione Lombardia per uno sforamento della percentuale, fissata per legge al 25 per cento, a una deroga che consente di destinare alle famiglie sfrattate gli alloggi di Edilizia residenziale pubblica.  Lo ha reso noto l'assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità Paola Bulbarelli.  "Sgombro subito il campo da eventuali polemiche - ha commentato l'assessore regionale - e preciso che non si tratta di uno sgarbo al Comune di Sesto San Giovanni, quanto piuttosto della pratica attuazione del nostro nuovo modo di operare: diciamo 'no' agli alloggi in deroga, per non privare quelle famiglie che sono da tempo in  graduatoria e attendono l'assegnazione di un appartamento, soprattutto in considerazione del fatto che, proprio il Comune di Sesto San Giovanni, ha pubblicato la sua graduatoria con oltre 1000 nuclei familiari aventi diritto non più tardi della fine di giugno di quest'anno. L'accoglimento della deroga in questo caso apparirebbe quanto meno illogico".

L'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi firmerà domani, martedì 6 agosto alle 15 a Palazzo Lombardia a Milano, un Protocollo d'Intesa con Aces Europe, guidata da Gianfrancesco Lupattelli. L'evento coinvolge tutti i Comuni, le città e le aggregazioni di paesi individuate da Aces Europe come realtà eccellenti dello sport. Tra questi, i Comuni di Assago (Milano), Mazzano (Brescia) e Solbiate Olona (Varese) e la città di Pavia, oltre alla Comunità montana della Val di Scalve (Bergamo).

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.