Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Regione Lombardia e Provincia autonoma di Trento hanno raggiunto un accordo sulla regolazione delle acque del Lago d'Idro. Si garantisce così per le prossime settimane la tenuta del livello minimo del lago e l'erogazione del deflusso minimo vitale nel Chiese. Si tratta di un'intesa fondamentale per gli agricoltori del bresciano e del mantovano che avevano visto a rischio le loro coltivazioni per mancanza d'acqua per irrigare.  Il raggiunto accordo è stato annunciato dall'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia Viviana Beccalossi, dopo aver ricevuto la risposta decisiva dal presidente dalla Provincia autonoma di Trento. Nei giorni scorsi gli assessori lombardi  all'agricoltura Gianni Fava, al territorio Viviana Beccalossi e all'ambiente Claudia Terzi avevano lanciato un appello al Governo centrale chiedendo proprio di intervenite con la Provincia di Trento per mettere in sicurezza la complessa regolazione estiva del livello del lago d'Idro, resa difficile dalle ristrettissime escursioni ammesse dall'Ufficio Dighe nazionale.

Si chiama "Difesa in Rosa" ed è il progetto che Regione Lombardia metterà in campo a settembre per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne, anche attraverso la diffusione e lo sviluppo della pratica sportiva. Da inizio settembre nei capoluoghi di provincia 1.200 donne dai 16 anni in su potranno partecipare gratuitamente a un corso di difesa personale. Il progetto è stato presentato dagli assessorati alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità e Sport e politiche giovanili. Ai nostri microfoni l'assessore alle pari opportunità Paola Bulbarelli

(AUDIO)

L'assessore allo sport Antonio Rossi risponde alle critiche mosse dall'opposizione per il contributo economico erogato dalla Regione alla competizione ciclistica delle Tre Valli Varesine. Nella scorsa giunta del 2 agosto è stato deliberato un finanziamento al Trittico di Lombardia, composto da Coppa Agostoni, Coppa Bernocchi e Tre Valli Varesine, per 75.000 euro, manifestazioni che anche negli scorsi anni avevano beneficiato del sostegno della Regione.  Il Trittico garantirà – spiega l'assessore, - grazie a oltre 6 ore di diretta RAI, una vetrina al territorio difficilmente paragonabile a qualsiasi altro evento che si svolge in Lombardia. Ma non sono gli unici eventi ciclistici finanziati: “Anche il Giro di Lombardia – ha anticipato Rossi - usufruirà del supporto economico regionale, anche quest'anno, proprio in funzione della sua valenza sia sportiva sia territoriale". "Più che le polemiche sui fondi per il ciclismo lombardo – ha concluso Rossi - vorrei lanciare un'idea del tutto nuova: lavorare proprio con le opposizioni, nelle cui fila so esserci tanti appassionati di ciclismo, all'organizzazione di una corsa, magari a tappe, che possa legare Trittico e Giro di Lombardia in un evento di assoluto richiamo internazionale in occasione di Expo 2015".

Ed è tutto. Grazie per l’ascolto.