Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con  Regione Lombardia

Si va verso il termine della stagione estiva, stagione che ha visto protagonisti i rifugi di Lombardia. Sono oltre 170 le strutture di questo tipo, fra alpinistiche ed escursionistiche, iscritte nell'Elenco regionale, con un'offerta superiore a 6mila posti letto. Varie novità in questa estate 2013: il nuovo portale web www.rifugi.lombardia.it in cui si possono trovare informazioni sulle strutture ricettive montane delle province di Como, Varese, Lecco, Sondrio, Bergamo e Brescia. E la possibilità di intervenire per il soccorso 118, nei casi di emergenza, con un elettrocardiogramma effettuato direttamente in loco per 40 rifugi attrezzati in questo senso. Sentiamo L'assessore allo sport e politiche giovanili Antonio Rossi.

-    Audio –

"Il prefetto Tronca avrà la massima collaborazione da parte della Regione Lombardia, saremo alleati per fare di Expo un evento 100 per cento mafia free". Lo afferma il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, esprimendo apprezzamento per le parole del neo prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca, pronunciate nei giorni scorsi, in occasione del suo insediamento.  "Abbiamo la massima attenzione nei confronti del pericolo di infiltrazioni della criminalità organizzata" ha ribadito il governatore, ricordando che da tempo opera un gruppo speciale di investigatori, che lui stesso aveva costituito quando era ministro dell'Interno. Inoltre, in Regione Lombardia, ha sottolineato, "è attivo un comitato di controllo sui cantieri e c'è un'ottima collaborazione con le altre istituzioni coinvolte". "Con il prefetto Tronca - ha concluso il presidente Maroni - ho una lunga consuetudine di collaborazione nel contrasto all'illegalità, sviluppata durante la mia attività di ministro dell'Interno. Sono sicuro che proseguiremo in questo impegno comune per la trasparenza e la legalità".

"Nell'Indice stilato dalla Commissione Ue sulla competitività delle Regioni europee la Lombardia, prima regione italiana, è scivolata dalla posizione numero 100 del 2010 alla 128 del 2012: un passo indietro, frutto soprattutto della politica dissennata messa in atto nell'ultimo anno dal Governo dei tecnici di Mario Monti, attraverso una linea basata soltanto sul rigore e sull'aumento della pressione fiscale, che ha penalizzato il Nord e, in particolare, la Lombardia e il suo sistema produttivo". Lo afferma il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, commentando la classifica delle regioni europee più competitive redatta dalla Commissione Ue. "Ora - sottolinea il presidente - per riconquistare competitività, non c'è che una sola strada da seguire: quella della politica che punta alla crescita, una politica che passa dalla riduzione della pressione fiscale, per liberare risorse per investimenti e ricerca. E questo è il messaggio che giro al Governo a Roma: abbassi le tasse e ci lasci i nostri soldi e sapremo noi Lombardi come ben utilizzarli per ritrovare competitività e crescita".

"Buona idea quella di aprire il Belvedere Jannacci di Palazzo Pirelli al pubblico e ai turisti affinché chiunque voglia possa godersi la vista di Milano e di una buona parte di Lombardia da una prospettiva affascinante". Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, rilancia la proposta che le era stata girata attraverso i social network. "Bisognerà capire bene la fattibilità del progetto e come superare eventuali difficoltà logistiche - precisa Cristina Cappellini - ma l'idea mi piace. Ammetto di averci già pensato in occasione dell'intitolazione del Belvedere di Palazzo Pirelli a Enzo Jannacci e della serata-concerto in memoria dell'artista milanese che la Regione ha organizzato al trentanovesimo piano di Palazzo Lombardia il 3 giugno scorso". "Rendere più accessibili i due Belvedere- conclude il responsabile delle Culture lombarde - permetterebbe di ammirare Milano in una dimensione inedita e nello stesso tempo aumentare il turismo e il conseguente indotto economico in città". Riferendosi ai cittadini ha infine chiosato: "In tal modo i due grattacieli sarebbero percepiti non solo come i 'palazzi della politica', ma anche come luoghi di aggregazione e di svago da cui poter apprezzare la propria città in una dimensione diversa".


È tutto, grazie per l’ascolto