Bentrovati al nostro appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia


Domenica 1 settembre, in occasione della VII Giornata per la Salvaguardia del Creato, è in programma la 'Festa della strada delle abbazie', una giornata, che ha il patrocinio di Regione Lombardia, dedicata alla scoperta dei tanti tesori architettonici e culturali della regione, con visite guidate gratuite, laboratori per famiglie, mercatini di prodotti tipici, concerti e celebrazioni religiose per conoscere un territorio a forte vocazione agricola a due passi dalla metropoli. I dettagli nel servizio di Alberto Rizzardi...

-    Audio -

"Acqua, paesaggio e cultura sono elementi che si devono coniugare per uno sviluppo sostenibile dei nostri territori e una loro maggiore valorizzazione". Così l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini, intervenendo alla prima giornata dei lavori della decima edizione dell'Université d'Été sul tema 'Il paesaggio dell'acqua'.  

"La Lombardia - ha ricordato l'assessore Cappellini - ha già dimostrato di avere un'attenzione particolare per la cultura del territorio, non solo a parole, ma con investimenti ben precisi, in controtendenza rispetto al resto delle istituzioni nazionali e locali. Nella mia azione sono stata sostenuta dal presidente Roberto Maroni e dall'assessore al Bilancio Massimo Garavaglia che mi hanno consentito non solo di evitare tagli, ma di aumentare i finanziamenti, ad esempio raddoppiando le risorse da destinare ai progetti di promozione culturale sul territorio".


"Paradossalmente nella regione – la Lombardia - in cui si controlla la metà dei capi, dove maggiore è la presenza di bovini da latte e si effettuano il numero più elevato di controlli e analisi quantitative, siamo penalizzati dall'assegnazione di risorse: appena il 26% del totale disponibile". E' quanto scrive l'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava in una lettera indirizzata al ministro delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo e al coordinatore della Commissione Politiche Agricole Fabrizio Nardoni.

"Chiedo quindi con urgenza - prosegue Fava - che venga posto con urgenza all'ordine del giorno della Conferenza Stato Regioni il tema della modifica dei criteri di assegnazione delle risorse per le attività di controllo". Fava ricorda che "il costo medio annuale dell'attività di controllo svolte in Lombardia vale circa 16/17 milioni di euro, a fronte del quale il Ministero ha erogato solo 6 milioni di euro". E' una legge del 1991 che stabilisce che per le attività svolte dalle associazioni è previsto un finanziamento con fondi statali, diventati, come immaginabile, sempre più insufficienti, "tanto che oggi - osserva l'assessore lombardo - senza il sostegno delle Regioni, l'attività di controllo delle Associazioni Allevatori (Apa) non verrebbe più svolta". E questo in Lombardia vale qualcosa come 450.000 capi bovini controllati, pari a circa il 41% del totale nazionale; 10.000 caprini, pari al 13,4%; 14.300 suini (57% del dato nazionale), quasi 5.500 aziende e 4,1 milioni di analisi del latte: il 90% del latte lombardo proviene da vacche singolarmente sottoposte a controllo con prelievo mensile. Tutto ciò significa qualità del prodotto e sicurezza per il consumatore.


È tutto, grazie per l’ascolto