Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

L'ospedale Sant'Isidoro di Trescore Balneario sarà dedicato a Eleonora Cantamessa, la ginecologa che lo scorso 8 settembre fu barbaramente uccisa mentre stava soccorrendo un immigrato indiano ferito a sprangate da alcuni connazionali a Chiuduno, in provincia di Bergamo. Il Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e il vice Presidente e assessore alla Salute, Mario Mantovani, intervengono questa sera alle ore 18 alla cerimonia. Quello della dottoressa Eleonora Cantamessa è stato un gesto eroico a testimonianza di una cultura del dare che la animava dal profondo e che l'ha spinta a sacrificare la propria vita per salvare quella di uno sconosciuto. L'ospedale di Trescore è sembrata la struttura più adatta per ricordare il nobile gesto di una donna molto amata in quel paese, dove viveva, e in tutta la Bergamasca.

Raccogliere le sfide dell'internazionalizzazione e dell'innovazione, con un occhio di riguardo verso Expo 2015, mettendo in rete le aziende della filiera del pomodoro. Il progetto è di un gruppo di aziende piacentine che si sono messe in rete per promuovere la filiera lombardo-emiliana del pomodoro. "Pomorete" è stato presentato in Regione Lombardia alla presenza dell'assessore all'agricoltura Gianni Fava, il quale si è dichiarato interessato a capire se questa iniziativa, che porta la firma di privati, possa essere un modello mutuabile sul territorio lombardo. Sentiamolo

(AUDIO)

Aumenterà l’attività fisica nelle scuola primaria grazie al programma di promozione motoria e sportiva, oggetto di un protocollo d'intesa fra Regione Lombardia, Coni e Ufficio scolastico regionale, firmato ieri a Palazzo Lombardia, attraverso il quale sono stati stanziati 1,3 milioni a beneficio degli istituti scolastici che vorranno aderire. L'iniziativa che prende avvio in Lombardia rappresenta la prima declinazione operativa dell'Accordo di Programma Quadro sottoscritto lo scorso 13 settembre con i principali attori istituzionali del sistema sportivo lombardo (CONI, CIP, USR, ANCI E UPL Lombardia), attraverso il quale Regione Lombardia ha stanziato 20 milioni di euro per lo sviluppo e il rilancio dello sport sul territorio regionale. "Ci stiamo impegnando molto per portare lo sport a scuola - ha spiegato il presidente Maroni intervenendo alla firma - perché riteniamo importante investire sulla formazione delle nuove generazioni sotto ogni punto di vista. E' a scuola - ha detto Maroni - che si forma la consapevolezza dei ragazzi nei confronti del mondo e delle istituzioni".

Gli Assessorati alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione e all'Istruzione, Formazione e Lavoro sono disponibili ad attivare un tavolo di confronto con i vertici aziendali della Micron di Agrate Brianza (Monza e Brianza) per "verificare la possibilità di utilizzare gli strumenti previsti dal Pdl 'Libertà di impresa e competitività' (attualmente in discussione in Consiglio regionale) e, in particolare, 'l'Accordo per la competitività', ponendo particolare attenzione alla prospettiva complessiva del Gruppo e alle sue scelte strategiche nazionali e multinazionali. L'obiettivo è salvaguardare la presenza in Lombardia dell'azienda, innanzitutto in riferimento al sito di Agrate".
E' quanto ha detto l'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia Mario Melazzini, rispondendo a una interpellanza in Consiglio regionale. Il tavolo lombardo, ha chiarito l'assessore, lavorerà "anche alla luce delle risultanze del tavolo Mise, che sarà convocato, da quanto dicono gli Uffici ministeriali, entro dicembre".

È stata approvata ieri a larga maggioranza dal Consiglio regionale della Lombardia la mozione con la quale si invita la Giunta regionale a promuovere azioni e iniziative finalizzate alla tutela delle aziende lombarde di qualità, con particolare riferimento all'agroalimentare, anche attraverso specifiche campagne mediatiche e iniziative di promozione. La mozione sollecita anche a proseguire le azioni di sensibilizzazione delle amministrazioni locali e dei cittadini, in merito ai benefici correlati all'acquisto di prodotti a "km zero", soprattutto nell'agroalimentare. Per l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, "si tratta di un provvedimento condivisibile, che rafforza le azioni già adottate dalla Lombardia e che privilegia l'economia del territorio e la qualità delle produzioni locali, forti di 28 prodotti tipici riconosciuti dall'Unione europea, oltre a 42 vini Dop e Igp".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto