Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Entro giugno del prossimo anno le prime auto potranno già percorrere l'arco della Tangenziale est esterna di Milano funzionale alla Brebemi (il tratto compreso fra Pozzuolo Martesana e Liscate, che collega Cassanese e Rivoltana)". Lo ha confermato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, in occasione della sottoscrizione del closing finanziario della Teem. "Oggi - ha spiegato l'assessore - celebriamo un avvenimento storico: poter dire che ci sono tutti i soldi per finanziare quest'opera in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando non è certo banale. Da quando hanno aperto i cantieri di Teem, Brebemi e Pedemontana, abbiamo fatto lavori per un totale di circa 1.850 milioni di euro e, a fine anno, arriveremo quasi a 2 miliardi. L'investimento in infrastrutture si conferma anticiclico e rappresenta la punta dell'iceberg di un sistema economico che può sostenere la ripresa dei nostri territori".

Quattro eventi sulla neve della Valtellina a favore dell'Associazione Cancro Primo Aiuto onlus. Si parte con il memoria Walter Fontana, organizzato proprio dalla Onlus, il cui appuntamento clou è rappresentato dai Campionati italiani assoluti di sci, il 30 dicembre. Sarà la volta poi dei Mondiali e dei Campionati di snowboard e freestyle, e del Nine Knights, che si terranno tutti tra marzo e aprile. Filo conduttore di tutte le manifestazioni sportive è il sostegno e la promozione dell'associazione Cancro primo aiuto, che quest'anno ha seguito 18mila pazienti malati di tumore in tutta la Lombardia. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore allo sport e politiche giovanili Antonio Rossi

(AUDIO)

Appropriatezza, qualità e standard. Sono queste le "parole chiave" che caratterizzano le Regole di sistema per il 2014 della sanità lombarda, approvate dalla Giunta regionale, su proposta del vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani. E' stato lo stesso Mantovani a presentare il provvedimento in conferenza stampa, insieme alle altre misure varate riguardo investimenti e ricerca, edilizia sanitaria, riordino delle alte specialità e assunzioni del personale. Prevista la riduzione del 10% dei ricoveri a rischio di inappropriatezza e la revisione dei contratti con gli erogatori privati. Su quest'ultimo punto in particolare ci sarà: una apertura 'governata' a soggetti accreditati ma non a contratto; il riparto dell'8% del budget ambulatoriale con procedure di selezione definite dalla ASL in funzione delle necessità del territorio; la moratoria per un anno sui nuovi accreditamenti. Sarà inoltre rivisto il sistema delle funzioni non tariffabili con il trasferimento di 5 funzioni a tariffa per un valore di 63 milioni.

"Una programmazione commerciale più equilibrata tra piccole, medie e grandi strutture di vendita; un miglior utilizzo del territorio e il non consumo di suolo agricolo; sostegno agli esercizi di vicinato contro la desertificazione dei centri urbani". Sono questi, secondo l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Alberto Cavalli, gli obiettivi raggiunti grazie all'approvazione da parte della Giunta regionale, delle 'Nuove linee per lo sviluppo delle imprese del settore commerciale', dopo il parere favorevole, espresso mercoledì scorso, dalla Commissione consiliare competente. "In 6 mesi - ha detto l'assessore Cavalli - abbiamo riformato il settore commerciale, aggiornando al contesto attuale le regole del commercio lombardo. Abbiamo prodotto una legge regionale, quattro delibere della Giunta regionale, una delibera e due Ordini del giorno del Consiglio regionale e un parere della Commissione consiliare competente". "Il provvedimento - ha concluso Cavalli - entra in vigore il primo gennaio 2014, al termine della moratoria, approvata nel giugno scorso".

Su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, la Giunta regionale lombarda ha approvato uno stanziamento di 3.650.000 euro per il potenziamento degli impianti di alimentazione delle linee ferroviarie della Valtellina (direttrice Milano-Lecco-Sondrio) e della Valchiavenna (Colico-Chiavenna). "I treni su queste tratte - ha spiegato Del Tenno - viaggiano ancora su un unico binario, necessitano pertanto di interventi per il miglioramento qualitativo del servizio offerto. Abbiamo dunque calendarizzato azioni infrastrutturali finalizzate al miglioramento del servizio in termini di velocità, comfort, regolarità e sicurezza". Gli interventi hanno un costo complessivo pari a 5 milioni e 150.000 euro ripartiti fra Regione Lombardia (3.650.000 euro) e Rete Ferroviaria Italiana (1,5 milioni di euro).

Ed è tutto, grazie per l’ascolto