Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

"Dal giorno di Natale abbiamo monitorato l'evolversi della situazione in seguito all'abbondante pioggia caduta. Abbiamo riscontrato qualche difficoltà in diverse località della Regione che sono state comunque, costantemente, tenute sotto osservazione dagli uomini della nostra Protezione civile, al lavoro nonostante i giorni di festa. A loro dunque va il mio particolare ringraziamento". Queste le parole dell'assessore regionale alla Protezione civile, Sicurezza e Immigrazione Simona Bordonali che con il presidente della Giunta Regionale Roberto Maroni ha fatto ieri un puntuale resoconto delle situazioni di difficoltà registrate in Lombardia. Particolarmente seguita la situazione dei fiumi Olona, Lambro e del torrente Arno. Smottamenti sono stati segnalati in varie province. Le strade interessate da movimenti franose risultano essere state già riaperte.

Tra gli 8 e i 10 milioni di euro di danni, ogni anno, per atti vandalici sui treni regionali, oltre 8mila ore di fermo treno ogni anno per poter togliere graffiti, cambiare sedili, sostituire tende e altri interventi; 36mila sedili vandalizzati resi inagibili, 1.700 vetri rotti. Sono alcuni dei numeri relativi ai danni che ogni anno subiscono i treni lombardi, secondo l'assessore regionale alle infrastrutture e mobilità Maurizio Del Tenno. E' anche per prevenire questi danni che Trenord, l'Ufficio scolastico regionale e la Regione Lombardia hanno firmato un protocollo per diffondere la cultura del treno e della mobilità sostenibile attraverso progetti nelle scuole della Lombardia. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore Del Tenno.

(AUDIO)

"Abbiamo assegnato 4.288 doti per la fascia 'alta' per un totale di oltre 11 milioni di euro (45%), 2.515 per la fascia 'media' (26%), con fondi per 4,5 milioni, 2.044 (21 %) per la fascia 'altro aiuto' e 744 (8%) per la 'bassa' con quasi 1,5 milioni.C cifre che testimoniano la grande attenzione di Regione Lombardia per chi si trova in difficoltà lavorative e indicano come la tipologia di Dote più richiesta sia quella che abbiamo pensato per chi sta vivendole situazioni di maggiore criticità". Lo ha detto  Valentina Aprea assessore regionale al Lavoro, Istruzione e Formazione Professionale spiegando che "In base agli ultimi dati disponibili, aggiornati al 20 dicembre 2013 sono state assegnate 9.591 doti lavoro per un importo di 17.846.053 euro". "Questi dati diventano una sorta di radiografia di dove la crisi del lavoro colpisce di più - ha spiegato Aprea - i destinatari sono maschi per il 52,81% (le femmine raggiungono il 47,19%), nella maggioranza dei casi hanno un grado di istruzione corrispondente alla secondaria superiore (52,95%), per il 27 % hanno la secondaria inferiore e per il 13,29% sono laureati.  La Dote è rivolta ai giovani che devono entrare nel mondo del lavoro, ai disoccupati che cercano un nuovo posto, a chi - in attività - vuole aumentare il livello complessivo di competenze e ai lavoratori sospesi per crisi aziendali.

Quattro eventi sulla neve della Valtellina a favore dell'Associazione Cancro Primo Aiuto onlus. Si parte con il memoria Walter Fontana, organizzato proprio dalla Onlus  il cui appuntamento clou è rappresentato dai Campionati italiani assoluti di sci, il 30 dicembre. Sarà la volta poi dei Mondiali e dei Campionati di snowboard e freestyle, e del Nine Knights, che si terranno tutti tra marzo e aprile. Filo conduttore di tutte le manifestazioni sportive è il sostegno e la promozione dell'associazione Cancro primo aiuto, che quest'anno ha seguito 18mila pazienti malati di tumore in tutta la Lombardia. Sentiamo ai nostri microfoni l'assessore allo sport e politiche giovanili Antonio Rossi

(AUDIO)

Ed è tutto, grazie per l’ascolto