Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il governatore lombardo Roberto Maroni, insieme all'assessore alla casa e housing sociale Paola Bulbarelli, ha incontrato nei giorni scorsi i cinque neo presidenti delle Aler lombarde. “I presidenti neo-nominati - ha ricordato Maroni - sono anche i commissari liquidatori delle vecchie Aler. A parte Milano, in tutti gli altri casi ci sono 12 Aler da fondere nelle quattro agenzie stabilite dalla riforma".  "Un incontro molto positivo - ha commentato l'assessore Bulbarelli - i presidenti delle nuove Aler sono tutti mossi da grande voglia di fare e di prendere in mano le diverse situazioni che hanno trovato". "Abbiamo già iniziato a lavorare sulle questioni più urgenti - ha continuato l'assessore - a partire dalle nomine dei direttori generali. Inoltre, abbiamo già deciso di ritrovarci ogni 15 giorni, a partire dal 9 gennaio". Le nomine dei direttori generali delle Aler, hanno dichiarato l'assessore Bulbarelli e il governatore Maroni, verranno fatte entro i primi giorni di gennaio.

La promozione dello sport nelle scuole primarie, il finanziamento degli impianti sciistici di risalita e degli impianti scolastici sportivi, l'aiuto alle società e associazioni sportive che stanno soffrendo la mancanza di fondi e di volontari. Sono alcune delle azioni portate avanti dall'assessorato allo sport e politiche giovanili di Regione Lombardia nel 2013. Che guarda già alle manifestazioni del primo semestre del 2014, con un finanziamento di 800mila euro. Sentiamolo dalla voce dell'assessore allo sport Antonio Rossi.

(AUDIO)

La Giunta regionale lombarda ha approvato nelle scorse settimane, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, uno stanziamento di 3 milioni e 650mila euro per il potenziamento degli impianti di alimentazione delle linee ferroviarie della Valtellina (sulla direttrice Milano-Lecco-Sondrio) e della Valchiavenna (sulla Colico-Chiavenna). "I treni su queste tratte - ha spiegato Del Tenno - viaggiano ancora su un unico binario, necessitano quindi di interventi per il miglioramento del servizio offerto. È un ulteriore modo - ha concluso Del Tenno - di rendere Valtellina e Valchiavenna ancora più vicine al resto della Regione e a Milano in particolare. Allo stesso tempo però stiamo facendo tutto il possibile per ottimizzare l'offerta del servizio cercando di renderlo sempre più veloce e regolare. Dopo il restyling della stazione di Morbegno e l'apertura del car sharing pensiamo di aver trovato un altro modo per testimoniare la nostra concreta vicinanza a questi posti della nostra Regione che hanno anche una grande vocazione turistica".

Tre milioni di euro per il sistema di bonifica lombardo. Lo ha annunciato l'assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, presentando i sei progetti che verranno finanziati nei nei comprensori di bonifica delle province di Bergamo, Brescia, Lodi e Pavia. I fondi sono stati ottenuti in base a economie sui progetti finanziati nel 2009 con il Programma di Sviluppo rurale. "Regione Lombardia riconosce il grande valore del sistema delle bonifiche, che con un lavoro secolare e spesso poco riconosciuto continua a regolare il flusso delle acque sul territorio lombardo", ha dichiarato Beccalossi, che ha ricordato che “senza i canali di irrigazione non avremmo la nostra agricoltura da primato, le produzioni di pregio, ma neanche l'ambiente e il paesaggio che caratterizzano la nostra pianura. Inoltre il lavoro costante della bonifica permette al cremonese, al mantovano, al lodigiano, al basso pavese e ad altri territori di non essere periodicamente sommersi, grazie a una rete di impianti e canali capaci di portare via l'acqua in eccesso". Il sistema di bonifica lombardo conta oggi su 24 impianti di bonifica, 58 grandi impianti irrigui e 4 grandi impianti misti, per quasi 20mila chilometri di canali in gestione a 12 Consorzi.

Ed è tutto, grazie per l'ascolto.