Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Sono oltre 100 le osservazioni presentate al Piano regionale sulla qualità dell'aria (Pria), al termine del periodo di 60 giorni previsto per questa fase consultiva. Numeri importanti, ricordati ieri pomeriggio dall'assessore all'Ambiente, Energia e Sistemi Verdi Leonardo Salvemini, nel corso del Forum pubblico di valutazione che si è tenuto a Palazzo Lombardia. Nell'occasione si sono anche tirate le somme del lungo e proficuo lavoro sin qui svolto con Enti e associazioni, che ha permesso di redigere un testo che propone 91 misure strutturali contro tutte le fonti emissive nei tre grandi settori della produzione di polveri sottili: i mezzi di trasporto (27 per cento), il riscaldamento e la produzione di energia (63 per cento), le attività agricole (10 per cento).

Marco Civoli e Sandro Mazzola per il calcio, ma anche Giacomo Agostini per il motociclismo e molti altri. Sono alcuni dei premiati dall'assessore regionale allo Sport Filippo Grassia alla cerimonia di consegna del riconoscimento 'Sport Stile di Vita', ideato dalla Regione e alla sua prima edizione. Il premio è rivolto ad atleti, dirigenti o semplici appassionati, che hanno fatto della pratica sportiva un autentico stile di vita, spendendosi per trasmettere agli altri la stessa passione e il grande amore che li hanno sostenuti nell'affrontare i sacrifici, le fatiche e le sconfitte indispensabili per vincere sul campo e nella vita. Maria Chiara Grandis ha intervistato Grassia

(AUDIO)

Un'accelerazione delle procedure di messa in sicurezza e di bonifica dei Siti contaminati di interesse nazionale (Sin). L'ha chiesta l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Leonardo Salvemini, con una lettera indirizzata al Ministero dell'Ambiente, affinché le situazioni di criticità nocive per l'ambiente e per la salute siano risolte nel minor tempo possibile. 'In Lombardia - spiega l'assessore Salvemini - vi sono 7 siti riconosciuti dallo Stato in base a una serie di caratteristiche ben precise degli inquinanti e della loro pericolosità, al rilievo dell'impatto sull'ambiente circostante in termini di rischio sanitario ed ecologico, nonché di pregiudizio per i beni culturali ed ambientali. Mi sono rivolto al Ministero, affinché acceleri quanto più possibile le procedure di messa in sicurezza e di bonifica di luoghi che, dati alla mano, rischiano davvero di essere una minaccia per la salute pubblica'. Sul territorio lombardo i Sin sono a Cerro al Lambro, Sesto San Giovanni, Milano Bovisa (gasometri), Pioltello e Rodano in provincia di Milano, Broni (Pv), Brescia (Caffaro) e Mantova (polo chimico).

Rinnovare e intensificare la collaborazione tra Regione Lombardia e il gruppo Fs, per individuare le soluzioni che consentano di realizzare il potenziamento della tratta ferroviaria Rho-Gallarate, il cui progetto definitivo è stato bloccato dal Consiglio di Stato. È questo l'invito rivolto dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Andrea Gilardoni a seguito della decisione di respingere il ricorso di Regione Lombardia e Rete ferroviaria italiana contro la sentenza del Tar che aveva annullato la delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) di approvazione del progetto definitivo della tratta ferroviaria.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.
>