Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Città della salute in costruzione a Sesto San Giovanni. Il presidente della Regione Roberto Maroni torna sul tema e lo a margine della conferenza stampa dopo giunta a seguito di alcune notizie riportate dai giornali...

-    Audio -

Prosegue l’incontro del vicepresidente e assessore alla Salute Mario Mantovani con le realtà sanitarie che compongono il sistema d’eccellenza lombardo. Ieri è stato all’Istituto Neurologico Besta di Milano, dove ha partecipato alla presentazione di tre importanti progetti di ricerca riconosciuti e finanziati dall'Unione europea. Il 'Besta' riceverà dall'Unione europea 6 milioni di euro, ripartiti tra i centri coinvolti nella ricerca (Italia, Israele, Ungheria, Germania Spagna)per un progetto per la cura del glioblastoma, il tumore più frequente e maligno che colpisce il sistema nervoso centrale di individui appartenenti ad ogni fascia di età. Un secondo progetto di ricerca è finalizzato a comprendere i meccanismi genetici del dolore e sviluppare terapie personalizzate. Il terzo  intende identificare e prevenire i meccanismi di sviluppo, maturazione e plasticità del cervello responsabili delle epilessie infantili.

La garanzia che il riparto dei fondi per la ricostruzione sia effettuato in modo più equo rispetto a quanto accaduto nel 2012 e un'accelerazione per quanto riguarda lo sblocco dei fondi che l'Unione europea ha riconosciuto alla Lombardia. Queste le richieste che l'assessore regionale alla Casa, Housing sociale e Pari Opportunità, incaricata dal presidente di fare da "collegamento" con il territorio, ha rivolto al ministro per gli Affari regionali in visita a Moglia (Mantova) a un anno dal terremoto. "Il ministro - spiega l'assessore - mi ha garantito massima disponibilità a collaborare. Noi chiediamo tempi brevissimi e risposte certe. Mantova e la sua provincia, come i loro cittadini, non possono assolutamente essere considerati di serie B. E' quindi necessario che il Governo mantenga l'impegno preso di una ridistribuzione più equa dei fondi".

Alessandro Pansa e’ un prefetto che  conosco bene e stimo perche’ ha collaborato con me al ministero  dell’Interno, congratulazioni e buon lavoro". A dirlo e’ il  presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, durante la  conferenza stampa dopo giunta, commentando la nomina di Pansa a  capo della polizia. Secondo il governatore "e’ una scelta  coerente con l’idea di mettere un poliziotto che conosce il  mestiere, stimato da Manganelli". Infine, Maroni sottolinea:  "Confido che il governo proceda quanto prima alla nomina del  nuovo prefetto di Milano".

È tutto, grazie per l’ascolto