Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Il territorio di Lecco diventerà l'area in cui sperimentare nuove forme di rapporto tra la Pubblica amministrazione e le imprese, con l'introduzione di provvedimenti di semplificazione amministrativa da esportare poi in tutta la Lombardia, una volta verificata la loro efficacia. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo ieri pomeriggio all'Assemblea generale di Confindustria Lecco ('Ripartiamo dall'industria  con i giovani'), che si è svolta nel nuovo campus del Politecnico. Presenti all'appuntamento anche l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea e l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi.

Individuando Lecco come 'area test' per le nuove misure sulla semplificazione, il presidente ha accolto una proposta venuta dagli stessi industriali. 'Da subito - ha detto - si metterà all'opera un gruppo di lavoro tra Regione e industriali di Lecco, per realizzare questo progetto. La provincia di Lecco ha infatti tutte le caratteristiche che servono per realizzare questa proposta'. 'Intendo questa 'area test' - ha spiegato il presidente - soprattutto riguardo ai tempi di risposta della Pubblica amministrazione. Nel Cantone Ticino ci sono tempi rapidissimi; la stessa cosa possiamo farla anche noi. Vorrei introdurre regole come il silenzio-assenso, ribaltando il principio oggi in vigore e dando fiducia agli imprenditori'.

La storia della regione più ricca e produttiva del Nord Italia, di chi l'ha abitata e plasmata fin dalle origini, l'ha vissuta come fonte di vita, cibo ed energia è il soggetto del volume "Geostoria della Civiltà lombarda" di Andrea Rognoni, presentato a Palazzo Isimbardi alla presenza dell'Assessore alle culture identità e autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini. La sentiamo al microfono di Maria Chiara Grandis.

(AUDIO)

Estese anche alle imprese che operano nella provincia di Lecco e interessate dalla chiusura della SS36 le misure approvate nella Giunta di Regione Lombardia lo scorso 17 maggio: una riserva di 5 milioni di euro sulla misura Credito Adesso e un abbattimento di 3 punti percentuali sul tasso di interesse, che le stesse pagano agli istituti bancari. Il provvedimento, che vede già coinvolte le imprese presenti in provincia di Sondrio, è stato proposto dall'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione, di concerto con l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Del Tenno, con l'obiettivo di dare un sostegno concreto alle attività produttive presenti nei territori interessati dal blocco della SS36.

'Esprimo la mia solidarietà all'assessore Viviana Beccalossi per le minacce di cui è stata fatta oggetto'. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, dopo che, in mattinata, è stata recapitata all'assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo una busta sospetta, immediatamente posta sotto sequestro degli uomini della Digos. 'Queste azioni così infamanti - ha detto ancora il presidente regionale - non ci intimidiranno di certo nello svolgimento della nostra azione a favore di tutti cittadini lombardi'. Analoghe espressioni di solidarietà sono giunte a Viviana Beccalossi da altri colleghi di Giunta.

L'assessore regionale all'Agricoltura sarà domani, giovedì 6 giugno, in provincia di Lecco per alcune visite e incontri. Il programma della giornata prevede alle 10 la visita del Caseificio Daniele Invernizzi a Pasturo; mentre alle  ore 10.45  al Caseificio Mauri, sempre a Pasturo,  ci sarà l’incontro con rappresentanti di categoria, presidente comunità montana e rappresentanti dell'amministrazione provinciale. Ultimo appuntamento della mattinata, alle ore 12.45, la visita all’Azienda  Vitivinicola "La Costa" di Perego.
 
Ed è tutto, grazie per l’ascolto.