Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Regione Lombardia anticiperà i 42 milioni di euro della Cassa integrazione in deroga assegnati dal Governo Monti, finora fermi in assenza delle autorizzazioni dovute. Lo annuncia l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, che esprime "grande soddisfazione per l'accordo raggiunto con i sindacati e Finlombarda, promosso dall'Assessorato al Lavoro". L'accordo, spiega la responsabile regionale del Lavoro, consentirà di anticipare "in tempi brevissimi, contiamo prima dell'estate, i 42 milioni assegnati dal Governo Monti, per i quali l'autorizzazione a derogare è arrivata solo questa mattina". Praticamente immediato, dunque, il passaggio dallo sblocco dei fondi alla loro messa a disposizione dei lavoratori. "Appena giunta la notizia della concessione delle autorizzazioni - ricostruisce l'assessore -, grazie al tempestivo benestare del presidente della Regione e alla piena disponibilità di Finlombarda, abbiamo potuto sancire, qui in Assessorato, l'accordo". Una boccata d'ossigeno, lo definisce l'assessore, anche se non manca un po' di rammarico per ciò che - sempre oggi - si sarebbe potuto annunciare.

Un'iniziativa che restituirà ai cittadini e ai turisti il sorprendente patrimonio archeologico della città di Milano anche in vista di Expo 2015. Si tratta di “Milano Archaeologia per Expo 2015”, un percorso ideato per valorizzare le sepolture paleocristiane poste sotto la Basilica di Sant'Eustorgio e promosso da Regione Lombardia, Comune di Milano, Arcidiocesi di Milano e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia. Alla presentazione anche l'Assessore regionale alle culture identità e autonomie Cristina Cappellini.
-    Audio -

Undici milioni di euro per finanziare interventi in ambito forestale. E' questa la cifra stanziata in due anni attraverso gli Enti locali e territoriali - Province e Comunità montane - per sostenere attività ambientali a favore di boschi e foreste. Dopo il trasferimento, avvenuto nel novembre 2012, di 6 milioni di euro per finanziare le prime domande in graduatoria delle 'Misure forestali', prosegue l'opera di miglioramento e di manutenzione dei boschi lombardi attraverso un ulteriore riparto di risorse. "Le nostre montagne hanno bisogno di attenzioni e di cure - ha sottolineato l'assessore regionale all'Agricoltura -, venute meno nel corso degli anni per lo spopolamento e la riduzione degli addetti all'agricoltura montana. Agricoltura di montagna che svolge un ruolo sociale, contribuendo a mantenere puliti e in ordine i boschi, nonché di sentinella per la prevenzione di eventi calamitosi. Proprio queste funzioni, in particolare quella ecologica e di cura del tessuto boschivo, vengono incentivate con un contributo importante, per un totale di 11 milioni di euro".

"Abbiamo parlato di sport, pari opportunità e politiche giovanili ed espresso la comune volontà di dare vita a iniziative insieme, soprattutto in vista di Expo 2015". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia, dopo aver incontrato, nel suo ufficio a Palazzo Lombardia, il ministro delle Pari opportunità, Sport e Politiche giovanili. Insieme al governatore hanno partecipato alla riunione anche l'assessore alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità, l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie e l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani.

È tutto, grazie per l’ascolto