Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Un “giro di Lombardia” per ascoltare il territorio sui problemi riguardanti i trasporti e la mobilità. È quanto ha realizzato, in questi mesi di inizio mandato, l'assessore alle infrastrutture e mobilità Maurizio del Tenno, che con Monza conclude la visita ai capoluoghi lombardi, dove ha incontrato i rappresentanti degli Enti locali e del mondo imprenditoriale, per ascoltare, dalla loro viva voce, le necessità del territorio in tema di infrastrutture e trasporti. Sentiamolo.

-    Audio -


A partire da venerdì 14 giugno e fino al 5 settembre potranno essere presentate le candidature, in posta elettronica certificata e firmate dal dirigente scolastico o dal legale rappresentante, per la costituzione dei Poli tecnico professionali di Regione Lombardia. Lo ha anticipato l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, intervenendo al convegno 'A scuola di futuro', organizzato a Palazzo Lombardia in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale. I Ptp, insieme agli Istituti tecnici superiori (Its) e agli istituti di Istruzione e formazione tecnica superiore (Iefts) costituiscono l'opportunità che permette ai giovani studenti di avviarsi verso percorsi formativi che includono stage, laboratori, sperimentazioni pratiche in azienda. I Ptp sono costituiti almeno dai seguenti soggetti: 2 istituti tecnici e/o professionali statali o paritari; 2 imprese appartenenti all'area economica e professionale prescelta; 1 istituzione formativa accreditata nella sezione 'A' dell'albo regionale.

"Porteremo all'attenzione del Ministero dello Sviluppo economico la situazione del Gruppo Marcegaglia, ben sapendo che la situazione di particolare difficoltà dell'azienda è relativa esclusivamente allo stabilimento di Graffignana (Lodi) e non coinvolge le altre sedi lombarde". E' quanto ha dichiarato l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, intervenuta in Consiglio regionale, per rispondere in sede di question-time all'interrogazione presentata dal consigliere Pietro Foroni, che chiedeva alla Giunta regionale come intenda intervenire a fronte della situazione di esuberi dello stabilimento di Graffignana. La crisi che coinvolge l'insediamento produttivo del Lodigiano dipende da una riduzione dei volumi produttivi del 75 per cento dal 2008 a oggi.


Il Consiglio regionale della Lombardia ha votato all'unanimità il documento che sostiene l'iniziativa della Giunta regionale in merito alla richiesta dello stato di calamità per l'agricoltura lombarda colpita dal maltempo. Documento che sarà trasmesso ora al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro delle Politiche agricole, ai presidenti dei due rami del Parlamento e a tutti i parlamentari eletti in Lombardia, affinché sostengano con forza le istanze provenienti dal territorio lombardo. Soddisfazione è stata espressa  ieri nel corso della seduta dell'Assemblea regionale dall'assessore all'Agricoltura Gianni Fava, a cui i Gruppi consiliari hanno riconosciuto di aver seguito l'evolversi della situazione del comparto con determinazione e tempestività

è tutto, grazie per l’ascolto