Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

A due anni dall'inizio dell'Esposizione Universale del 2015, già si discute su cosa rimarrà dell'area Expo al termine del semestre espositivo. Se i comuni di Milano e di Rho stanno ragionando sulle aree e le infrastrutture, raccogliendo con un bando le “manifestazioni di interesse”, Regione Lombardia sta portando avanti invece la promozione e l'approfondimento dei temi di Expo. Lo ha sottolineato ancora una volta Fabrizio Sala, sottosegretario alla presidenza di Regione Lombardia con delega all'Expo, intervenendo all'incontro “Post-Expo: manifestazioni di interesse” organizzato da Arexpo. Sentiamo Sala.

-    AUDIO -

Uno spot, certificato 'Pubblicità Progresso', per promuovere la lettura tra i bambini da 6 mesi a 3 anni.  L'assessore della Regione Lombardia alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini ha presentato questa mattina, a Palazzo Pirelli, lo spot di promozione della lettura tra i bambini, realizzato da due giovani diplomandi del Centro sperimentale di cinematografia di Milano diretto da Bartolomeo Corsini. "Regione Lombardia - ha detto l'assessore Cappellini - ribadisce il suo pieno sostegno alla lettura e lo fa anche guardando ai piccoli, con questo spot denominato 'Nati per leggere', che è il frutto di una virtuosa collaborazione tra diversi soggetti che hanno voluto impegnarsi, affinché il gusto del libro e della lettura potessero essere, fin dai primi mesi di vita, una fondamentale componente della vita dei bambini".


L'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno interverrà domani, martedì 18 giugno, al convegno 'Infrastrutture e mercato dei lavori pubblici - Il futuro del territorio Brianteo'.  Organizzato da Assimpredil Ance, in collaborazione con Confindustria Monza e Brianza, sarà un momento di confronto sullo stato di avanzamento, di realizzazione e di futura programmazione delle infrastrutture della Brianza.  La tavola rotonda sarà l'occasione per avviare anche un confronto sulle esigenze di viabilità e trasporto, sui "nodi" del mercato dei lavori pubblici e sulle criticità da affrontare, per riavviare i processi decisionali e realizzativi di questo territorio.

Il tema del lavoro e dello sviluppo e il modo di contrastare la crisi "dovrebbero vedere l'Europa protagonista". Per questo, "quando nei prossimi giorni vedrò a Bruxelles il presidente Barroso per parlare di Expo, porterò l'auspicio che l'Europa non sia solo matrigna, ma sia di aiuto e sostegno alle aree in difficoltà"; infatti, "il grido d'allarme, quasi di dolore, che viene dal mondo delle imprese lo sento bene e lo voglio portare all'attenzione di tutte le autorità, soprattutto quelle europee".

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo questa mattina al convegno 'Europa, Euro, Italia', promosso dalla Federazione nazionale Cavalieri del Lavoro, ha ribadito che "il lavoro è per me la priorità numero uno". Presenti, tra gli altri, il presidente della Federazione italiana Cavalieri del Lavoro Benito Benedini, il presidente della Rai Anna Maria Tarantola, Antonio Padoa Schioppa, Alberto Quadrio Curzio e Marco Fortis.
"In Lombardia - ha spiegato il presidente - abbiamo già deciso una serie di misure, per consentire alle imprese di lavorare. L'occupazione infatti non si crea per decreto, ma consentendo alle imprese di lavorare e, quindi, di assumere". "A breve - ha aggiunto il presidente - sarà approvato in Giunta un pacchetto di interventi da 1 miliardo di euro, che permetterà di dare sostegno a oltre 45.000 imprese".

È tutto, grazie per l’ascolto