Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Una nuova struttura d'eccellenza e all'avanguardia per accogliere anziani e persone non autosufficienti in un concetto di cura innovativo che, principalmente, mette al centro la persona. È la Casa di cura Villa San Mauro, nuovissima realtà che sorge sui colli di Pontida (Bergamo) e che comprende Rsa, centro diurno integrato, servizi di riabilitazione, poliambulatorio, day surgey e un punto di assistenza infermieristica. E' stata inaugurata ieri dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, insieme agli assessori alla Salute Mario Mantovani e al Welfare e Famiglia Maria Cristina Cantù.

Cogliendo l'occasione della presenza di Silvio Berlusconi, Maroni ha rivolto un appello, affinché il Governo applichi i costi standard in sanità. 'Abbiamo fatto un calcolo, dal quale emerge che, se tutte le Regioni italiane applicassero il rapporto costi/prestazioni che c'è in Lombardia, risparmieremmo 30 miliardi di euro, 1/3 degli interessi del debito pubblico. Perché noi riusciamo a farlo e gli altri no? Esiste una norma, quella sul Federalismo fiscale, che comprende anche i costi standard: è una legge che deve essere applicata rapidamente. Per la Lombardia e per chiunque lavori bene, dando servizi d'eccellenza ai cittadini senza spendere più del dovuto, sarebbe un vantaggio e un beneficio enorme'.

Impianti da risistemare, sempre meno volontari nel mondo dello sport, la difficoltà di accedere ai fidi sono solo alcuni dei problemi che stanno emergendo dal giro “Voce dal territorio” che l'assessore regionale allo sport e politiche giovanili Antonio Rossi sta compiendo nelle province lombarde. L'ultimo incontro in ordine di tempo è stato con i rappresentanti delle associazioni sportive, i sindaci e gli assessori allo sport della provincia di Milano. Sentiamo l'assessore Rossi

(AUDIO)

Creare una zona di confine a burocrazia zero, che possa aiutare le nostre imprese, sulle quali grava un regime fiscale molto più svantaggioso rispetto a quello, al quale sono sottoposte le aziende svizzere. L'idea, lanciata dal presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti, nel corso della 67a Assemblea dei delegati di Confartigianato Como è piaciuta al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che si è detto disponibile a studiarne la fattibilità.

Regione Lombardia scende in campo per salvaguardare le sorti del sito produttivo della Newlat Spa  a Lodi, attivo nel settore agroalimentare e lattiero-caseario, con 89 dipendenti, per il quale si ipotizza la chiusura entro fine anno e il trasferimento a Reggio Emilia della produzione di latticini. L'impegno del Governo regionale è stato annunciato ieri dagli assessori regionali Gianni Fava (Agricoltura) e Mario Melazzini (Attività produttive, Ricerca e Innovazione), durante l'incontro con i rappresentanti sindacali lombardi dei sindacati confederali di categoria.

'Nell'incontro di venerdì 21 a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo economico, andremo ad affermare che lo stabilimento Merck deve rimanere a Pavia e che la questione non riguarda solo il territorio pavese, ma ha una valenza nazionale. Da questo punto di vista anche il Ministero deve giocare un ruolo fondamentale e lanciare un messaggio chiaro'. E' quanto ha affermato l'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia Mario Melazzini durante l'incontro che ha avuto ieri in Regione con le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle istituzioni locali.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.