Bentrovati a questo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

"Gli ospedali di Esine e di Edolo non subiranno alcun taglio e nessun accorpamento. Non sono vere quelle notizie che vedrebbero chissà quale sconvolgimento delle strutture sanitarie della Valcamonica e di Brescia. Talvolta queste notizie riguardano anche altri ospedali e province creando solo confusione tra i pazienti e inquietudine tra quanti operano nelle strutture ospedaliere". Senza lasciare spazio ad eventuali equivoci il vicepresidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia, Mario Mantovani, ha risposto ai giornalisti bresciani nel corso della conferenza stampa che nella tarda mattinata di ieri si è svolta nell'Ospedale di Esine (Brescia). L'assessore Mantovani si è recato in visita nel presidio ospedaliero per verificarne le condizioni dal punto di vista strutturale e delle dotazioni tecnologiche e per salutare il personale che vi opera. Ad accompagnarlo nella visita ai reparti, nelle aree dedicate alla radioterapia e nelle sale di intervento d'urgenza e radiologico, è stato lo staff dirigenziale dell'ospedale e dell'Asl.

La sospensione fino a fine anno del pagamento del ticket sanitari su alcune prestazione di chirurgia è solo il primo passo per una riforma complessiva dell'intero sistema. L'obiettivo della Giunta lombarda è quello di arrivare, entro la fine della legislatura, a ridurre ulteriormente e possibilmente azzerare i ticket sanitari. E' quanto ha ribadito il vicepresidente di Regione Lombardia e Assessore alla salute Mario Mantovani

(AUDIO)

"Stiamo preparando una delibera per la prossima Giunta che metterà a disposizione 1 miliardo di euro per le imprese che vantano crediti nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Uno sforzo importante del Governo regionale a sostegno del sistema imprenditoriale". Lo ha annunciato l'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia, Mario Melazzini, intervenendo al convegno 'Il lavoro è un diritto. Prospettive per le aziende a Sannazzaro de Burgondi.

Un sistema integrato e coordinato di sicurezza, con iniziative condivise per salvaguardare la vivibilità del territorio e la qualità della vita dei cittadini e dei turisti. Questo l'obiettivo della Convenzione tra i Corpi di Polizia provinciale di Bergamo e Brescia e del Protocollo operativo con la Protezione civile per i servizi di prevenzione sul lago d'Iseo sottoscritto venerdì alla presenza dell'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali.
 
Governare il sottosuolo considerandolo come risorsa e come infrastruttura. È il nuovo modello di governance che si sta sperimentando nella pianificazione partecipata delle reti dei servizi sotterranei nell'area di Expo 2015, e che è stata presentata come esperienza pilota durante il convegno “Sotto le Smart City. Il sottosuolo come infrastruttura per lo sviluppo delle comunità locali". La città del futuro dovrà essere necessariamente governata da amministrazioni, reti e agenzie che lavorano insieme. Ne è convinta anche l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi.

(AUDIO)

L'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali partecipa oggi a Palmanova (Udine) all’ incontro con il capo Dipartimento della Protezione civile nazionale Franco Gabrielli e gli assessori delle altre Regioni.

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.