Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Ammontano a 13 milioni di euro i fondi che Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alla Casa, Housing sociale e Pari opportunità, Paola Bulbarelli, ha stanziato come contributo per il pagamento del canone di locazione. 10 milioni, nel dettaglio, andranno a coloro che si trovano in situazione di grave disagio e gli altri 3 milioni a casi di morosità incolpevole. I dettagli nel servizio di Marta Zanella…

AUDIO

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, assieme al sottosegretario all'Expo e all'Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, ha ricevuto stamani a Palazzo Pirelli l'ambasciatore d’Israele in Italia, Naor Gilon, accompagnato dall'ex rappresentante dello Stato ebraico a Roma, Gideon Meir. Diversi i temi affrontati, tra i quali l'Esposizione universale di Milano 2015 e l'intensificazione della collaborazione tra Israele e la Lombardia. "L'ambasciatore Naor - ha detto Maroni – ha confermato la presenza e l'impegno di Israele in Expo e ha riconosciuto l'importanza del lavoro fatto da Regione Lombardia per questa grande manifestazione". Durante l'incontro si è parlato a lungo degli accordi bilaterali in essere tra Lombardia e Israele, soprattutto di quello su ricerca e sviluppo, visto che tra i Paesi Ocse Israele è quello che investe di più in questo campo, quasi il 5% del Pil. E la Lombardia è la Regione in Italia che investe di più in ricerca e sviluppo, l’1,6%. Altro tema affrontato, quello della collaborazione fra Stato ebraico e Lombardia in materia sanitaria. "Esistono già degli accordi fra ospedali lombardi e ospedali israeliani - ha ricordato Maroni - e abbiamo convenuto sul reciproco interesse ad intensificare questa importante collaborazione scientifica".

Il settore dell'edilizia e delle costruzioni ha perso quasi 700.000 posti di lavoro dal 2008  a oggi, 47mila nella sola Lombardia. “Significa che il tempo delle promesse e delle parole è ampiamente scaduto e che la manifestazione dei 'caschi gialli' non è una protesta, ma un segnale forte alla politica che deve dare risposte concrete." Così l’assessore regionale al Territorio e Urbanistica, Viviana Beccalossi, in occasione della 'Giornata delle vessazioni' organizzata dalle principali associazioni della filiera delle costruzioni, che hanno manifestano contro gli oltre cento adempimenti burocratici che frenano chi investe risorse e crea occupazione. "In Lombardia - ha detto Beccalossi - la situazione economica del settore è drammatica, con gli investimenti in costruzioni che secondo le stime dell’Associazione nazionale costruttori edili oggi ammontano a 23,3 miliardi di euro, ridotti di un quarto dal 2008 a oggi. Altri dati preoccupanti quelli relativi alle nuove costruzioni (-14,7% rispetto al 2011) e quelli relativi all'accesso al credito per  le imprese: in Lombardia il flusso di nuovi mutui per investimenti nel settore abitativo si è di fatto dimezzato negli ultimi sei anni, con picchi del 72% a Mantova, del 70% a Brescia e del 61,8% a Bergamo (contro una media nazionale del 48,8%). L'assessore Beccalossi ha annunciato che nei prossimi giorni Regione Lombardia darà vita al 'Cantiere dei caschi gialli', un tavolo di confronto per programmare la politica dell'edilizia insieme a tutti gli addetti del settore.

L'assessore regionale all'Agricoltura, Gianni Fava, ha convocato per domani pomeriggio a Palazzo Lombardia le associazioni di categoria (Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Confcooperative), Assolatte e il Gruppo Lactalis Italia, per discutere del prezzo del latte. Sono stati invitati, per le organizzazioni di  "Il comparto - sottolinea l'assessore Fava - attraversa una fase difficile dovuta all'andamento dei prezzi dei fattori di produzione e a questo si aggiunge l'incertezza generale per il settore agricolo dovuta a un'evoluzione dei negoziati della nuova Pac, che incideranno negativamente sul reddito. In questo scenario occorre un richiamo al senso di responsabilità e di coesione di tutti gli attori in campo".

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.