Bentrovati al nostro nuovo appuntamento informativo realizzato in collaborazione con Regione Lombardia

Presentato ufficialmente questa mattina il Piano regionale di sviluppo dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Il piano è stato approvato ieri dall’Aula del Consiglio regionale. "Il Piano regionale di sviluppo e’  per noi il documento fondamentale e il mio impegno, e quello di tutta  la giunta, è quello di attuarlo nei prossimi anni perché questo  sarà il programma di legislatura della Giunta che ho l’onore di  presiedere" ha dichiarato ieri pomeriggio Maroni. Nell’occasione il presidente Maroni ha ringraziato per il lavoro  svolto durante l’esame in aula del piano regionale di sviluppo  "l’intero consiglio regionale, i gruppi di maggioranza per avere  migliorato il testo uscito dalla Giunta con le loro proposte  emendative e l’opposizione per le critiche che, pur non convincendo,  ritengo comunque uno stimolo per fare sempre meglio".

Nei prossimi giorni Regione Lombardia darà vita al 'Cantiere dei caschi gialli', un tavolo di confronto per programmare la politica dell'edilizia insieme a tutti gli addetti del settore. Lo ha annunciato Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio e Urbanistica, che ha spiegato come il settore dell'edilizia e delle costruzioni abbia perso quasi 700mila posti in Italia dal 2008 a oggi, oltre 47mila nella sola Lombardia. Sentiamo l'assessore Beccalossi

- audio -

Ho inviato una lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per chiedergli di intervenire in prima persona contro il problema della ludopatia e del gioco d'azzardo patologico". Lo ha fatto sapere ancora Viviana Beccalossi, assessore al Territorio e Urbanistica di Regione Lombardia e team leader del gruppo di lavoro per la Legge contro le ludopatie. "C'è chi, in queste ore – dice - chiede al presidente di occuparsi di lotte di potere tra gruppi economici che, concretamente, poco hanno a che fare con la vita quotidiana dei cittadini. Io, invece, mi permetto di farlo ritenendo che l'autorevolezza di Giorgio Napolitano possa servire a combattere un problema che affligge migliaia di pensionati, disoccupati, madri e padri di famiglia".
 "Pochi giorni fa - scrive Viviana Beccalossi - proprio mentre la Giunta presentava due iniziative di contrasto alla ludopatia, è arrivata da Ischia la notizia del suicidio di un giovane ragazzo disperato per i debiti contratti col gioco. L'ennesimo episodio che ci testimonia quanto esteso sia il fenomeno, soprattutto con l'aggravarsi della crisi economica che ha colpito tanti italiani".

"Questo libro si sarebbe dovuto  chiamare: ’abecedario della saggezza’, perché contiene una  sintesi di regole per vivere bene". Cosi’ il presidente della  Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha definito ieri ’Abecedario  dello sportivo’, l’ultimo libro di don Antonio Mazzi, durante  un incontro in  piazza citta’ di Lombardia.  Il governatore ha sottolineato: "Ci sono delle riflessioni  che sono un inno alla vita. E consigli utili, come le ’10  regole anti stress’, che devo leggere ogni sera e cercare di  applicarle".  Da parte sua don Mazzi ha scherzato: "Di solito in queste  circostanze, chi mi assiste non ha mai letto il testo. Il  presidente mi ha spiazzato: lui l’ha letto e cosi’ mi fa fare  meno fatica".

 'Muoversi in Lombardia' (www.muoversi.regione.lombardia.it), il portale che fornisce tutti gli orari di trasporto dei mezzi pubblici regionali, da domani, mercoledì 10 luglio, sarà disponibile anche in versione "mobile". Lo fa sapere l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno.
 Si tratta di un esempio virtuoso - spiega Del Tenno - di come la tecnologia possa essere davvero a servizio dei cittadini. Il sito è uno strumento all'avanguardia che permette a tutti di conoscere in tempo reale il tragitto più semplice e i mezzi di trasporto da utilizzare, grazie alla collaborazione di tutti gli 84 gestori che operano in Lombardia. Su tutto il territorio sarà possibile avere informazioni dettagliate e aggiornate in tempo reale su orari, costi, tempi di percorrenza per un totale di 154 mila corse consultabili e 33.800 fermate.

 È tutto, grazie per l’ascolto