Bentrovati a questo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

Un milione di euro a disposizione, 2400 euro all'anno in aiuto di 500 genitori separati. Sono i numeri della delibera della Giunta Regionale che intende sostenere con un contributo economico i genitori separati o in fase di separazione residenti in Lombardia. Il provvedimento è stato presentato in settimana dall'assessore regionale alla famiglia, solidarietà sociale e volontariato, Maria Cristina Cantù, che ha dichiarato che nei primi tre giorni di raccolta delle domande già cinquanta genitori hanno richiesto il sostegno. Tutti dettagli dell’iniziativa nel servizio di Marta Zanella…

AUDIO

Sostegno ai cosiddetti centri commerciali naturali, i centri storici che raccolgono i piccoli negozi di prossimità. È uno degli obiettivi che sta perseguendo la Giunta lombarda, anche con il provvedimento votato recentemente dal Consiglio regionale della Lombardia che dà lo stop all'apertura di nuovi grandi centri commerciali fino al 31 dicembre prossimo. Lo ha ribadito l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario Alberto Cavalli a margine dell'Assemblea di Confcommercio Lombardia a Milano.

AUDIO

Un contributo straordinario di 80.000 euro all'Accademia del Teatro alla Scala, assegnato sulla base della legge n.50 del 1986, sulla promozione di eventi culturali di più ampio respiro che rendono prestigiosa l'offerta culturale lombarda. È lo stanziamento, deciso dalla Giunta regionale della Lombardia, che arriva in occasione del bicentenario della Fondazione della Scuola di Ballo dell’Accademia del Teatro alla Scala. “Abbiamo voluto premiare una delle eccellenze della cultura milanese e lombarda – ha dichiarato l’assessore regionale a Culture, Autonomie e Identità, Cristina Cappellini - per l'importanza che riveste l'Accademia della Scala nel mondo e per i riconoscimenti, giunti da più parti, quindi ci sembrava. In vista del bicentenario, poi, è stato presentato dall'Accademia del Teatro alla Scala un importante progetto di valenza internazionale, che toccherà diverse città nel mondo, da Hong Kong a Parigi, che vedrà le esibizioni degli allievi dell'Accademia, accompagnati da ballerini di fama internazionale.

Si chiama "Difesa in Rosa" ed è il progetto presentato stamani dagli assessori regionali Paola Bulbarelli e Antonio Rossi per realizzare iniziative finalizzate a contrastare il fenomeno della violenza sulle le donne, anche attraverso la diffusione e lo sviluppo della pratica sportiva. Da settembre, in 2 parchi per capoluogo 1.200 donne dai 16 anni potranno apprendere in maniera del tutto gratuita nozioni e tecniche di difesa personale. "Secondo I dati nazionali riportati sul sito del Ministero riferiti al 1522 (numero nazionale Antiviolenza) - ha ricordato l’assessore Bulbarelli - la Lombardia è al secondo posto per numero di telefonate. Su 26.000 chiamate quasi l'8% è partito da qui. Secondo Bulbarelli una delle prima leve su cui agire per investire questo trend è quella di allargare la rete dei centri antiviolenza, ridugendo il gap rispetto agli Paesi europei. Nel dettaglio, il progetto “Difesa in rosa” sarà affidato alla Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, con corsi di 8 lezioni che si terranno due volte alla settimana a partire dal 2 settembre a Milano e dal 4 settembre negli altri capoluoghi. Per maggiori informazioni e prenotazioni è disponibile il numero verde 800 149 659.

È tutto, grazie per l’ascolto.