Bentrovati a questo nuovo appuntamento informativo, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia.

La Regione ha approvato gli indirizzi regionali per la nuova programmazione dell’offerta tecnica superiore. Si punta sul miglioramento delle specializzazioni degli Istituti Tecnici Superiori, che aumenteranno il numero di corsi erogati, ma anche degli Istituti di Formazione tecnica superiore, cioè di quei percorsi qualificanti proposti da scuole secondarie superiori, università e imprese volti alla formazione di tecnici specializzati.  “Si tratta forse del progetto più importante dall’avvio dei lavori del nostro assessorato” - ha dichiarato l’assessore all’Istruzione e Formazione Valentina Aprea - Stiamo assistendo ad un’importante inversione di tendenza: sempre di più gli istituti di formazione puntano sulla preparazione tecnica e sull’importanza dei tirocini”. Sentiamo l’assessore Aprea…

AUDIO

Al Belvedere Jannacci di Palazzo Pirelli si è svolta questa mattina la tradizionale premiazione annuale dei negozi storici della Lombardia, occasione per ribadire l'attenzione e il sostegno concreto che la Regione garantisce ai negozi e al loro ruolo non soltanto imprenditoriale e commerciale, ma anche sociale, di presidi naturali dei centri storici delle città. Presenti il Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e l’assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario, Alberto Cavalli. “Il nostro obiettivo è diminuire la pressione fiscale e azzerare la burocrazia, consentendo ai piccoli commercianti di esercitare liberamente la propria attività senza troppi vincoli – ha dichiarato Maroni – ll piccolo commercio fatto da piccoli negozi che continuano l'attività nonostante i tanti problemi è una nostra ricchezza e un tratto distintivo della nostra identità - ha proseguito Maroni -. Per questo noi intendiamo sostenere questi negozi storici e questo sostegno lo abbiamo dimostrato anche con l’approvazione in Consiglio regionale della moratoria sui grandi centri commerciali.

E, a margine della cerimonia di premiazione dei negozi storici lombardi, il Governatore Maroni, interpellato dai giornalisti, ha commentato la querelle che vede contrapposti da qualche giorno il Comune di Milano e gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana. "Ribadisco che mettiamo a disposizione di Dolce e Gabbana gli spazi della Regione, se lo vorranno – ha dichiarato Maroni -  Mi sembra un'azione masochistica quella di dire no a chi rappresenta un marchio di eccellenza, soprattutto in un momento di crisi come questo. Spero – ha chiosato Maroni - che il Comune di Milano faccia un ravvedimento operoso".

Saranno ultimati per la metà del 2015 i lavori del secondo lotto della riqualificazione della tratta cremonese della Paullese. Questa mattina l'avvio del cantiere, che permetterà la realizzazione di un tratto stradale a due corsie per senso di marcia di 6 chilometri e mezzo tra Spino d'Adda e Dovera. 55 i milioni di euro investiti nell’opera, 48 dalla Regione Lombardia, la restante parte dalla Provincia di Cremona. Presente stamani alla cerimonia di avvio lavori l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno. "Le opere come la riqualificazione della Paullese - ha detto Del Tenno - sono necessarie e prioritarie per tutti e anche per il mondo agricolo. Queste infrastrutture vengono a volte descritte come opere che portano via territorio, ma in realtà l'efficienza nei trasporti ci permette di tutelare l'ambiente". A proposito del terzo lotto dei lavori di riqualificazione della Paullese Del Tenno ha assicurato che "si farà", pur senza dare ancora indicazioni su tempi e modalità. Il primo lotto, invece, dei lavori di riqualificazione della tratta cremonese della Paullese (tra Dovera e Crema) fu completato lo scorso novembre , così come è già stato ultimato  il primo lotto del tratto milanese (5 chilometri da Peschiera Borromeo alla SS39 verso Cremona).

Giovedì 25 luglio 2013, dalle 14.30, la Sala Marco Biagi di Palazzo Lombardia ospiterà “Gli Stati Generali della Ricerca e dell’Innovazione”, un momento di lavoro, di dialogo e di confronto sulle attività avviate da Regione Lombardia negli ultimi anni, sintetizzate in primis nel Documento Strategico per la Ricerca e l’Innovazione, con uno sguardo già proiettato ai nuovi documenti programmatori in corso di predisposizione. Saranno presenti, oltre ai vari relatori, anche l’Assessore regionale alle Attività Produttive, Ricerca e Innovazione, Mario Melazzini, e rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e della Commissione Europea. La partecipazione agli Stati Generali della Ricerca e dell’Innovazione è libera e gratuita. Occorre, però, registrarsi, inviando una e-mail a StatiGenerali2013@regione.lombardia.it

Ed è tutto, grazie per l’ascolto.